Cosa c’entra Mattia Sacchi col giornalismo?

Cosa c’entra Mattia Sacchi col giornalismo?

Ci eravamo già occupati di Mattia Sacchi, il garzone di bottega e portaborracce di via Monte Boglia, e lo avevamo fatto perché aveva rimediato una figuraccia nell’analizzare (o fingere di) un documento del World Economic Forum. Il fatto è che il ragazzo non ha fatto tesoro della lezione piovutagli addosso da deontologia professionale e buonsenso, anzi, persevera. Ieri mattina, infatti, in un suo post su Facebook sulla vicenda del torinese assunto dal Centro di dialettologia,…

Leggi tutto

Quadri non sa di cosa parla

Quadri non sa di cosa parla

Lorenzo Quadri, ancora una volta, non ha perso occasione di parlare di cose che non padroneggia molto bene. Succede quando si passa la vita accecati dall’odio e vittima di costanti travasi di bile: non si ha la serenità per imparare come funzioni il mondo, anche quello dietro l’uscio di casa. Nella sua piccatissima e offesa replica a Manuele Bertoli, Quadri è riuscito a scrivere ironico che: “Naturalmente si può sempre sostenere che nel giro di un…

Leggi tutto

Un caffè con Don Feliciani

Un caffè con Don Feliciani

Don Gianfranco Feliciani mi accoglie nel suo appartamento di Chiasso in un pungente pomeriggio di gennaio. Il motivo della visita è quello di parlare della sua ultima iniziativa solidale, ovvero aprire degli spazi della Chiesa ai senzatetto, per ovviare al freddo che di notte si fa ancora più duro e insistente in questo periodo. Don Feliciani mi accoglie e mi fa accomodare in cucina mentre prepara un caffè con la moka. E chi se lo…

Leggi tutto

Ma che fine ha fatto la Lega barricadera?

Ma che fine ha fatto la Lega barricadera?

Che fine ha fatto la Lega barricadera? Quella che era disposta a strapparsi il cuore per il popolo? Dov’è la fantasmatica ala sociale, che sembra sempre più relegata in un cantuccio? Oggi, in Gran Consiglio, i propositi popolari della Lega sembrano, per l’ennesima volta dopo il sì ai tagli e alla Riforma delle imprese, sciogliersi come neve al sole. Borghesi e Lega bocciano l’emendamento di Pronzini, che proponeva di aumentare i posti di apprendistato all’interno…

Leggi tutto

Questo è il volto della democrazia

Questo è il volto della democrazia

“Che faccia ha la democrazia? Questo è il volto della democrazia!” Così cantavano migliaia di persone mentre camminavano lungo le strade del centro di Chicago sabato mattina. Anch’io mi sono unita alla Marcia delle Donne che ha avuto luogo in molte città degli Stati Uniti e in tutto il mondo per manifestare contro la presidenza Trump. Ero atterrata a Chicago solo poche ore prima della Marcia, dopo un soggiorno di due settimane in Italia, ma…

Leggi tutto

C’è più dignità nelle mutande che nelle cravatte

C’è più dignità nelle mutande che nelle cravatte

Sabato davanti al governo c’erano delle meravigliose mutande. Gialle, rosse, blu, a righe, a quadretti. Mutande normali, boxer, culottes. Ogni mutanda ha un suo sedere. Sederi importanti, sederi secchi, sederi molli o tonici. Ogni mutanda è una cittadina o un cittadino. Ogni mutanda, rappresenta il rischio di rimanere solo con quelle. Ma non per le tasse. Perché le tasse, dico sempre, se hai da pagarle sei fortunato, vuol dire che hai un lavoro, vuol dire…

Leggi tutto

Peggio un burqa o dei nazisti?

Peggio un burqa o dei nazisti?

Domanda secca: se steste camminando con vostro figlio per strada, avreste più paura di due donne col burqa o di un manipolo di neonazisti, magari membri dell’esercito, in marcia con bracci alzati e svastiche? No, non è una provocazione. Un bell’approfondimento della Tribune de Genève di venerdì ci ha raccontato della “sottocultura dell’estrema destra”, ci ha fatto fare un viaggio dentro i movimenti neonazisti romandi e non, ci ha raccontato che a Langenthal e Günsberg, negli…

Leggi tutto

Il ca**o che ce ne frega

Il ca**o che ce ne frega

Ogni mattina, quando anche io, come milioni di persone, mentre faccio la pipì guardo le ultime notizie sui siti di informazione ed apro Facebook, mi chiedo quanto durerà. Non tanto il giornalismo in sé, che tanto ce lo ha dimostrato che sa rinnovarsi ed essere interessante a suon di gossip e di cronaca nera (perché poi, ai politici, le domande “da giornalisti” non le fa più nessuno, quindi la politica riferita oggi è interessante come…

Leggi tutto

“Stop ai tagli”. Manifestazione a Bellinzona

“Stop ai tagli”. Manifestazione a Bellinzona

Oggi la sinistra, unita come non mai, è scesa in piazza a Bellinzona contro i tagli e contro i regali agli azionisti e alle aziende previsti dalla Riforma III. Mezzo migliaio di persone si sono riunite sul porfido della Piazza della Foca, di fronte ai cedri secolari, per comunicare al governo la loro rabbia. Comunisti, verdi, socialisti, MpS, POP, i sindacati (UNIA e VPOD) si sono alternati sul palco con i loro discorsi nel freddo…

Leggi tutto

La “Unwort” tedesca e il pericoloso ritorno del politicamente scorretto

La “Unwort” tedesca e il pericoloso ritorno del politicamente scorretto

Come ogni anno, una giuria composta da quattro filologi e un giornalista tedeschi ha espresso il suo verdetto: la “Unwort” del 2016 è “Volksverräter”, traducibile in italiano come “traditore del popolo”. Questa singolare votazione, divenuta dal 1991 una vera e propria tradizione di fino anno alla quale i tedeschi sono molto affezionati, è promossa dalla Gesellschaft für Deutsche Sprache, la tedesca Accademia della Crusca. Gli autorevoli esperti filologi si riuniscono per nominare sia la parola…

Leggi tutto
1 2 3 191