Frank Underwood, il mito

Frank Underwood, il mito

di Filippo Contarini Frank Underwood. Il nome è tetro, il personaggio imperscrutabile, l’ambientazione oscura. “House of Cards”: la storia delle vicende politiche del capogruppo dei democratici al senato americano. Underwood è diventato un mito per tutti quelli che si appassionano un po’ di politica. Ed è una sorta di esempio malefico per tutti quelli che la fanno. Il suo stile, la sua lucidità di analisi, la sua lungimiranza. L’impossibilità di capire prima quali siano i…

Leggi tutto

La kultura della karne

La kultura della karne

di Jean-Marie Reynier Il nuovo partito delle tasse, quello che scrive «kultura», dalle pagine virtuali del suo organo di partito dà uno spazio importante a una figura di spicco della cultura ticinese. Si possono leggere soluzioni miracolo per il futuro del LAC, come l’apertura di un ristorante. Tante persone si stanno gargarizzando la gola con la scusa del ristorante, che a quanto pare c’è in ogni centro culturale in Europa. Non nego che mangiare bene…

Leggi tutto

La democrazia va allargata

La democrazia va allargata

di Adriano Venuti “La democrazia semplicemente non funziona” è il titolo di una canzone degli Zen Circus, gruppo probabilmente sconosciuto alla maggioranza dei politici ticinesi e svizzeri. Più noto è, però, Giorgio Gaber che nel 1991, quando il mondo intero iniziava a confrontarsi con il disgregamento dell’URSS, in un suo famoso brano sosteneva che “qualcuno era comunista perché non sopportava più quella cosa sporca che ci ostiniamo a chiamare democrazia”. Queste due canzoni si riferiscono…

Leggi tutto

L’ex portiere è Ecopop

L’ex portiere è Ecopop

di Markus Zommermann Peter Walder, ex portiere del Lugano ed ex presidente dell’UDC cittadino (passato per qualche mese alla Lega degli Indignati di Poggi) voterà a favore di Ecopop. La cosa non sorprende. “(…) sarà l’ultima possibilità per mettere a freno l’inbarbarimento (è sotto gli occhi di tutti) di questo paese, che ospita ormai persone da ogni dove, e ne arriveranno altre (…)”. Moriremo tutti, in buona sostanza. Almeno Walder non ha detto che porteranno…

Leggi tutto

Il significato delle parole

Il significato delle parole

di Corrado Mordasini Poco fa Gobbi al Quotidiano, in merito alle nuove celle per detenuti in cura psichiatrica: “Non chiamatele celle”. Certo. E i radar non si devono chiamare radar ma fotografatori di frontalieri e la tassa sul sacco non si deve chiamare tassa. Questa negazione dei vocaboli si diffonde tra i ministri leghisti più velocemente dell’ebola. Comunque a casa mia una cella, seppur con le copertine a fiori, ma monitorata 24 ore su 24…

Leggi tutto

Chi si somiglia si piglia

Chi si somiglia si piglia

di Jonathan Crivelli Alla festa dei Giovani Leghisti il piccolo Boris (definito, pare, “bimbominkia” da Michele Foletti) e il neo leghista Andrea Leoni in Gianella, di Liberatv, al secolo Legatv, ripresi dal fotografo di TicinoLibero (al quale rinviamo con il link). Domandina facile facile al sito poco libero e niente tv: quanto hanno ricevuto da Curafutura (leggi: Ignazio Cassis) per reggere la coda alle casse malati nella votazione del 28 settembre? Niente? 45.000 franchi? Altro?…

Leggi tutto

Linea verde?

Linea verde?

del Folletto rosso In un’intervista pubblicata sabato 4 ottobre dal quotidiano Le Temps, Adèle Thorens, co-presidente dei Verdi svizzeri, ha invitato tutti i partiti “ragionevoli” a fare gruppo contro i democentristi di Toni Brunner per mantenere “una Svizzera aperta”. Bisogna fare in modo che la concorrenza tra i partiti in vista delle prossime elezioni non sfoci in divisioni tra le formazioni politiche “nella lotta all’isolazionismo”, ha detto Thorens. Meritevole proposito. Ma… …ma, considerando alcune prese di…

Leggi tutto

Pragmatismo con l’UE

Pragmatismo con l’UE

di Jacopo Scarinci L’ultimo barometro elettorale, commissionato dalla SRG/SSR, offre diversi spunti interessanti. Quello che merita più approfondimento è il rapporto tra il dato relativo alla considerazione dell’immigrazione come problema principale da affrontare e il parallelo calo dell’UDC nelle intenzioni di voto. Il 73% degli interpellati si dichiara concorde con il tentativo del Consiglio federale di applicare l’iniziativa del 9 febbraio senza incrinare i rapporti con l’Unione Europea, mentre il 58%, se posto davanti alla…

Leggi tutto

Il diavolo, le pentole e i coperchi

Il diavolo, le pentole e i coperchi

di Shevek “Chiederò di aprire nonostante tutto alcuni di tavoli di trattativa su degli argomenti che ci stanno stretti, diciamo che vogliamo toglierci qualche sassolino dalle scarpe per fare in modo che le condizioni quadro dell’economia ticinese migliorino” ha spiegato Ambrosetti, aggiungendo che i temi sono molti: ecologia, finanze, tassazione delle imprese. “Noi difenderemo i nostri interessi”. Queste le dichiarazioni di Franco Ambrosetti, presidente della Camera di Commercio, a TeleTicino, così come riportate oggi dal…

Leggi tutto
1 185 186 187 188 189