A furia di tirar la corda, quella si spezza

A furia di tirar la corda, quella si spezza

Dopo il cartellino giallo del primo turno, ieri è arrivato quello rosso: Oskar Freysinger non è stato riconfermato nel Consiglio di Stato vallesano. Una situazione, quella di un uscente che viene sconfitto, che il cantone romando non vedeva dal 1937. Come ci si è arrivati? Cosa significa? Potrà succedere anche in Ticino? Vediamolo in quattro punti. 1. L’entrata in campo di Darbellay Questa è una sconfitta che viene da lontano. Quando l’ex presidente del PPD…

Leggi tutto

Lorenza va al mercato

Lorenza va al mercato

Lorenza è una donna, una bella donna. La sua età rimane tutt’oggi un mistero ai più. E poi ha quello sguardo… che quando ti guarda capisci subito se ti sta per salutare gentilmente o mandarti a quel paese. Sa parlare con lo sguardo Lorenza, e ha anche un carattere, come dire, forte. Sabato, durante il mercato di Bellinzona, il suo sguardo si è posato su un gruppo di leghisti che, attorno alla loro bancarella elettorale,…

Leggi tutto

Legittima difesa o licenza di uccidere?

Legittima difesa o licenza di uccidere?

Sono le 3:40 di notte a Gugnano, frazione di Casaletto Lodigiano, in provincia di Lodi, nel cuore agricolo della Pianura Padana. La famiglia Cattaneo sta dormendo al piano di sopra della loro “Osteria dei Amis”, una di quelle accoglienti trattorie-bar di provincia, porti sicuri in cui potersi rifugiare e scambiare due chiacchiere con amici o sconosciuti nelle interminabili e fredde serate d’inverno. Improvvisamente Mario, il titolare del locale, viene svegliato da un rumore sordo proveniente…

Leggi tutto

Socialisti sgobboni ma il merito va alla Lega

Socialisti sgobboni ma il merito va alla Lega

Il voto anomalo dei due leghisti al Nazionale, Pantani e Quadri, ha tristemente messo in secondo piano tutto il lavoro fatto dai socialisti per fare passare questa riforma pensionistica. Una botta di fortuna (essendo due voti decisivi) ha portato i duo leghista alla ribalta, lasciando gli altri nell’ombra. Scrive infatti Marina Carobbio: “Siamo riusciti a fermare il tentativo della destra di smantellare l’AVS e bloccare la volontà di PLR e UDC di aumentare l’età di…

Leggi tutto

Gobbi, è vero quello che dice Il Caffè?

Gobbi, è vero quello che dice Il Caffè?

Questa mattina Il Caffè ha sganciato una bomba niente male: stando a Libero D’Agostino, infatti, “nei corridoi di palazzo” c’è chi ha fatto partire la voce che “Gobbi da circa un anno sapeva che la Argo 1 era finita nel mirino dell’antiterrorismo italiano e della polizia ticinese per la presenza tra i suoi dipendenti di un presunto reclutatore dell’ISIS”. Il domenicale la volge all’interrogativo, ma il senso è questo. Sempre secondo il pezzo del domenicale…

Leggi tutto

Il populismo si batte affrontandolo a brutto muso

Il populismo si batte affrontandolo a brutto muso

Domanda 1: Poteva il Paese di Spinoza, di Erasmo, dei coffeeshop e di Cruijff finire in mano a quella strana macchietta che risponde al nome di Geert Wilders? Andiamo, no. Domanda 2: Perché non l’ha fatto, nonostante i sondaggi dessero Wilders in ascesa costante? Perché in quel paese, stringi stringi, la politica è ancora una cosa seria. In Inghilterra i conservatori sono sempre più schiacciati sulla politica dello UKIP (e Corbyn ha deciso di non…

Leggi tutto

Un altro folgorato sul treno della speranza

Un altro folgorato sul treno della speranza

Ma la polizia ferroviaria, e la polizia in genere, quella che fa controlli a tappeto e verifica l’identità di ogni povero disgraziato con una tonalità di pelle più scura del beige, non riesce a evitare che questi disperati si folgorino sui tetti dei Tilo? Oggi, alle 17:00, un altro uomo è rimasto folgorato dalla corrente dei cavi sul tetto del Tilo che attraversa la frontiera tra Milano e Chiasso. Ora è all’ospedale che combatte tra…

Leggi tutto

Lo schifo a corrente alternata

Lo schifo a corrente alternata

Ci spiace dover tornare a descrivere le gesta di Marcello Foa, grande capo del colosso mediatico ticinese che ruota attorno al Corriere del Ticino. Ma la presenza tra noi di un pericoloso incendiario, politicamente parlando, merita di smascherarne regolarmente le gesta. Nel suo ultimo contributo online il giornalista, amante viscerale del Presidente Trump, sviluppa (si fa per dire…) un ragionamento tanto falso quanto pericoloso. Negli USA un rapper si mostra in un filmato mentre spara…

Leggi tutto

Ma Libero distingue fra Coop Svizzera e Coop Italia?

Ma Libero distingue fra Coop Svizzera e Coop Italia?

Che “Libero” fosse il buco nero del giornalismo italiano lo sapevamo già da un po’, forse anche ben prima del famigerato titolo “Bastardi Islamici” a tutta pagina dopo la strage del Bataclan, per cui l’ex direttore Maurizio Belpietro, adesso incaricato di aizzare le folle italiche dagli schermi di Mediaset con l’altrettanto abominevole “Dalla Vostra Parte”, è stato rinviato a giudizio. Ieri, il quotidiano adesso diretto da Vittorio Feltri ci ha regalato un’altra perla delle sue:…

Leggi tutto

“L’espace d’un matin”

“L’espace d’un matin”

La vita, politica compresa, non smette di riservare sorprese. Ed ecco che, in una tiratissima votazione del Consiglio Nazionale per salvare il compromesso sulla revisione della previdenza per la vecchiaia, con un aumento di 70.- franchi delle rendite AVS, a fianco di Sinistra e PPD si sono schierati i due leghisti Pantani e Quadri. Una strana coincidenza ha fatto in modo che proprio i due voti leghisti siano risultati decisivi per impedire alla compatta coalizione…

Leggi tutto
1 2 3 4 209