“Il lucro di Comparis”

“Il lucro di Comparis”

Impressionante! No, non il deputato Pronzini che cancella i commenti che trovate negli screen e che mi blocca (infatti se andate sul suo profilo non li troverete). È impressionante che Comparis possa strumentalizzare così i dati, inducendo a votare contro una Riforma fondamentale. Perché lo fa? Semplice, Comparis vuol far credere alle donne che saranno rovinate, per poi, subito sotto, proporre la Previdenza privata (III pilastro), guadagnando così la provvigione dall’assicurazione. Vedete, tutto questo è…

Leggi tutto

Casse malati, che ci frega dei soldi!

Casse malati, che ci frega dei soldi!

Secondo un sondaggio Comparis, gli assicurati svizzeri temono enormi aumenti dei premi per l’assicurazione di base nel 2018. Strano, non capisco da dove sorga questa immotivata paura. D’altronde i partiti borghesi, quelli che comandano in Svizzera, ci hanno sempre garantito che si fa di tutto per diminuirli, questi premi. Però un aumento del 5% manderebbe in crisi, almeno secondo i dati correnti, quasi la metà delle famiglie. Eh sì, occorre ricordarlo: una famiglia con due…

Leggi tutto

Marchesi, ripassati la Civica

Marchesi, ripassati la Civica

L’italiano non dovrebbe essere un’opinione, ed è per questo motivo che leggendo quanto comunicato dal Consiglio federale in merito a “Prima i nostri” non c’è molto spazio per le interpretazioni. L’iniziativa dell’UDC può avere la garanzia federale, ma che vuol dire? Semplicemente, è conforme al diritto svizzero. E fin qui lo sapevamo tutti. Ma le buone notizie per democentristi, leghisti e varia gente digiuna di civica finiscono qui. Il Consiglio federale, infatti, ha aggiunto quanto…

Leggi tutto

La natura solidale della riforma PV2020

La natura solidale della riforma PV2020

Molti lavoratori a tempo parziale, raggiungendo un salario inferiore a 21’150 frs annui, si vedono negato l’accesso al 2° pilastro. Di conseguenza, il 1° pilastro diventa la principale fonte di guadagno di numerosi pensionati e pensionate. Approvata dal Parlamento, la riforma PV2020 intende migliorare la situazione economica degli ex lavoratori aventi, come unico reddito di vecchiaia, il 1° pilastro. Con l’incremento dello 0,3 % delle deduzioni salariali, la metà del quale verrà coperta dal datore…

Leggi tutto

Le inutili chiacchiere sulla libera circolazione

Le inutili chiacchiere sulla libera circolazione

Anche Isabelle Moret, nelle sue prime dichiarazioni da candidata al Consiglio federale, è caduta in un discorso che, sebbene sia comune, è ogni giorno che passa sempre più pericoloso: quello di definirsi a favore della libera circolazione “ma con dei correttivi”. Il calvario che ha portato all’applicazione (edulcorata) dell’iniziativa Contro l’immigrazione di massa non sembra aver insegnato molto. Da una parte l’UDC ancora si arrocca all’idea di lanciare un’iniziativa per cancellare tout court la libera…

Leggi tutto

“Leggendo Modenini non si può che rabbrividire”

“Leggendo Modenini non si può che rabbrividire”

Sfogliando il CdT un brivido mi corre lungo la schiena, non si può far altro che rabbrividire leggendo le sconcertanti affermazioni di Modenini che senza pudore dichiara che “Il salario da solo non può essere la sola risposta alle esigenze di reddito delle persone legate al costo della vita in Svizzera”. Secondo il direttore dell’Associazione Industrie Ticinesi AITI non sarebbe quindi il salario l’unico modo per arrivare a condurre una vita dignitosa nel nostro cantone. Che frase perversa,…

Leggi tutto

Dio esiste? La Svizzera di sicuro!

Dio esiste? La Svizzera di sicuro!

“Suiza no existe – La Suisse n’existe pas”: questa frase ha provocatoriamente accolto i visitatori del padiglione svizzero all’esposizione universale di Siviglia nel 1992. Delamuraz interpretò questa scelta come “una testimonianza della diversità linguistica, culturale e topografica della Confederazione“. Venticinque anni più tardi scopriamo che una simile affermazione, ovviamente inserita all’interno di un discorso più ampio, proposto da una parlamentare svizzera quale spunto di riflessione per il Primo agosto, suscita una reazione veemente e finanche…

Leggi tutto

AITI chieda scusa al PS

AITI chieda scusa al PS

Un conto è la dialettica politica, un altro è schernire e insultare un partito di governo. Un conto è difendere i suoi associati e quindi legittimamente i loro interessi di bottega, un altro è disprezzare pubblicamente un partito che da più di un secolo contribuisce in Ticino e in Svizzera a governare il paese e garantirne la prosperità. Spiace che queste differenze non valgano per Stefano Modenini, direttore di AITI. Modenini ha attaccato frontalmente tutti…

Leggi tutto

Boom di frontalieri, Lega e AITI che dicono?

Boom di frontalieri, Lega e AITI che dicono?

Molte volte, in politica, basterebbe il buon senso. La recente polemica sui famosi 20 franchi all’ora che per Modenini sono troppi per il Ticino mostra come il padronato, o gran parte di esso, il buon senso non sappia neanche cosa sia. Bene ha fatto ieri Fabrizio Sirica, vicepresidente del PS, a chiedersi se “dare meno di 20 franchi all’ora si chiama difendere la ‘libertà economica’ o promuovere la ‘libertà di sfruttamento’”. Rincarando la dose, affermando…

Leggi tutto
1 2 3