Fiorenzo e Knorr: tutto fa brodo

Fiorenzo e Knorr: tutto fa brodo

di Ipazia Che differenza c’è fra il Dado Knorr e il Dado Fiorenzo? Nessuna: entrambi fanno brodo. Nell’ultima seduta di Gran Consiglio, parlando dei due curiosi fratelli Sciolli e delle loro proposte culturali al Rivellino di Locarno (si spazia da chi inneggia alla Corea del Nord fino alla Gosfilmofond russa che vuol mettere le zampe sul Festival), il Dado Fiorenzo, copincollando da Wikipedia (perché ormai la cultura, anche per taluni editori, è a questo livello),…

Leggi tutto

Chi ha paura della democrazia?

Chi ha paura della democrazia?

di Andrea Ghisletta La fantasia di alcuni blogger ticinesi non ha limiti. In riferimento al “fattaccio” successo ai militanti della Gioventù Socialista durante il Festival di Locarno, ai quali è stato impedito di raccogliere firme nel legittimo utilizzo dei diritti democratici su cui si fonda la nostra nazione, spuntano come funghi sulla rete persone che – senza esser state presenti al fatto e senza conoscere le persone coinvolte – si sentono in dovere di calar sentenze:…

Leggi tutto

Un’altra cultura è possibile

Un’altra cultura è possibile

di Daniele Fontana La testa un attimo sopra le polemiche quotidiane. Sopra le nubi grigie, sopra il frastuono. Per dire che l’evento primaverile del Festival del film Locarno “L’immagine e la parola” è una gran bella cosa. I quattro giorni appena conclusi, vissuti tutti nell’impronta di Emmanuel Carrère, sono stati una sorpresa grande, una ventata di aria fresca, una luce continua. A cominciare dall’uomo Carrère, che si è speso senza riserve a titolo gratuito. Certo,…

Leggi tutto