Élites battono popolo. Auguri a Theresa May

Élites battono popolo. Auguri a Theresa May

di Jacopo Scarinci Il tempo è sempre galantuomo. Theresa May domani diventerà Primo ministro britannico e, via con le risate, non è stata eletta da nessuno. Non si sentono più le voci sempliciotte che con baldanza hanno incensato per settimane i britannici che hanno scelto, tramite referendum, di scavalcare la politica e andarsene dall’UE. Il risultato di tutto questo trionfo della volontà popolare sono stati il crollo della sterlina, la fuga di David Cameron, Boris…

Leggi tutto

E gli credono pure. Populisti for dummies

E gli credono pure. Populisti for dummies

di Jacopo Scarinci Santiddio Albione, cosa stai combinando agli elettori che hanno creduto a due ciarlatani di prim’ordine rivelatisi, come da facile pronostico, apprendisti stregoni da risottata invece che nuovi Churchill? Boris Johnson, l’uomo che più di tutti ha spinto i sudditi di Sua Maestà fuori dall’UE, da demiurgo della nuova Europa è finito a farsi fregare e accoltellare alle spalle dal suo grigissimo compagno di merende Micheal Gove, usato come un ariete dalla moglie…

Leggi tutto

Il Bello Altrove: La Brexit è la storia di una catastrofe annunciata

Il Bello Altrove: La Brexit è la storia di una catastrofe annunciata

(Questa rubrica raccoglie i migliori articoli internazionali che hanno un interesse globale o legato a temi svizzeri e locali). “Internazionale”, Italia Una catastrofe o una “rivolta democratica contro l’establishment”? Un’ondata di razzismo o il grido disperato dei diseredati contro i potenti? Si possono dare molte interpretazioni della Brexit. Ma i fatti sono questi: il 23 giugno, nel Regno Unito, 17 milioni di persone hanno votato per uscire (leave) dall’Unione europea e 16 milioni hanno votato…

Leggi tutto

Benvenuti nel nostro mondo sfigato

Benvenuti nel nostro mondo sfigato

di Shevek Nigel Farage lo ha riconosciuto (http://bit.ly/296Q1EO): la promessa di destinare al sistema sanitario nazionale i soldi dati all’Unione europea era pura propaganda. Boris Johnson ci aveva montato sopra mezza campagna (http://bit.ly/296PR0t), ma erano balle. Intanto agli abitanti della Cornovaglia era stato fatto credere che, anche in caso di Brexit, non avrebbero perso le sovvenzioni dell’Unione europea. Insomma, altre balle. E adesso si preoccupano di aver fatto la cazzata del secolo (http://wapo.st/296PRxl), poveretti. Sicché…

Leggi tutto

“La Scozia non vi ha mai deluso, ora voi non lasciate la Scozia sola”

“La Scozia non vi ha mai deluso, ora voi non lasciate la Scozia sola”

della Redazione Ci sono stati due discorsi che, l’altroieri al Parlamento europeo, hanno fotografato il momento che sta vivendo l’Unione Europea dopo la Brexit. Il primo, di Nigel Farage, ha dimostrato come nonostante egli disprezzi l’Europa, non intende assolutamente dimettersi da parlamentare. Non vuole evidentemente rinunciare ai quasi 40 mila euro lordi che riceve ogni mese per sé e l’assistente, sua moglie. Sarebbe carino lo spiegasse agli operai di Sunderland che hanno votato Leave. Il…

Leggi tutto

La parte squallida della Brexit

La parte squallida della Brexit

di Corrado Mordasini La Scozia vuole uscire dall’Inghilterra per restare nella UE, l’Irlanda del Nord chiede l’unificazione con l’Irlanda perché ha votato a favore dell’Europa. Tre milioni di firme in poco raccolte in poco più di tre giorni da una petizione per votare di nuovo. Stessa cosa per le 150’000 firme che vogliono la secessione di Londra dalla Gran Bretagna. Cosa fa ridere? Il Regno Unito non ha mai fatto parte dello spazio Schengen e…

Leggi tutto

L’Islanda operaia sconfigge la superba Albione. Appunti per il futuro

L’Islanda operaia sconfigge la superba Albione. Appunti per il futuro

di Jacopo Scarinci “L’Inghilterra esce con umiliazione”, titola il Guardian. “Perdenti!”, scrive a caratteri cubitali in prima il sobrio Daily Mail. “Inghilterra dal cuore rotto”, ci dice il Daily Star facendo un gioco di parole col cognome del portiere inglese, Hart, che ieri sembrava al massimo un portiere d’albergo. “Me ne vado”, riporta il simpatico Mirror. Apoteosi, lo scozzese Daily Record: “Inghilterra fuori dall’Europa due volte in cinque giorni”. Insomma, l’hanno presa bene i tabloid…

Leggi tutto

Leave! Tutti tutti?

Leave! Tutti tutti?

di Giuseppe Z. Fermi tutti! Il referendum in Inghilterra ha dato due risultati, non solo uno. Se conti tutti tutti i membri del Regno Unito, la maggioranza è leave. Ma il Regno Unito, non da ieri, è un’idra a più teste. Una testa: la Scozia. Che le brucia il cuore a sapere che la capitale è Londra, ricordiamocelo. Risultato: remain. Un’altra testa: l’Irlanda del Nord. Altro posto difficile, accidenti, vi ricordate che là c’erano i carri armati…

Leggi tutto
1 2