“La Scozia non vi ha mai deluso, ora voi non lasciate la Scozia sola”

“La Scozia non vi ha mai deluso, ora voi non lasciate la Scozia sola”

della Redazione Ci sono stati due discorsi che, l’altroieri al Parlamento europeo, hanno fotografato il momento che sta vivendo l’Unione Europea dopo la Brexit. Il primo, di Nigel Farage, ha dimostrato come nonostante egli disprezzi l’Europa, non intende assolutamente dimettersi da parlamentare. Non vuole evidentemente rinunciare ai quasi 40 mila euro lordi che riceve ogni mese per sé e l’assistente, sua moglie. Sarebbe carino lo spiegasse agli operai di Sunderland che hanno votato Leave. Il…

Leggi tutto

La parte squallida della Brexit

La parte squallida della Brexit

di Corrado Mordasini La Scozia vuole uscire dall’Inghilterra per restare nella UE, l’Irlanda del Nord chiede l’unificazione con l’Irlanda perché ha votato a favore dell’Europa. Tre milioni di firme in poco raccolte in poco più di tre giorni da una petizione per votare di nuovo. Stessa cosa per le 150’000 firme che vogliono la secessione di Londra dalla Gran Bretagna. Cosa fa ridere? Il Regno Unito non ha mai fatto parte dello spazio Schengen e…

Leggi tutto

L’Islanda operaia sconfigge la superba Albione. Appunti per il futuro

L’Islanda operaia sconfigge la superba Albione. Appunti per il futuro

di Jacopo Scarinci “L’Inghilterra esce con umiliazione”, titola il Guardian. “Perdenti!”, scrive a caratteri cubitali in prima il sobrio Daily Mail. “Inghilterra dal cuore rotto”, ci dice il Daily Star facendo un gioco di parole col cognome del portiere inglese, Hart, che ieri sembrava al massimo un portiere d’albergo. “Me ne vado”, riporta il simpatico Mirror. Apoteosi, lo scozzese Daily Record: “Inghilterra fuori dall’Europa due volte in cinque giorni”. Insomma, l’hanno presa bene i tabloid…

Leggi tutto

Come sta la democrazia? Insomma…

Come sta la democrazia? Insomma…

di Jacopo Scarinci Come sta la democrazia? Insomma. Non perché è stata decisa la Brexit, ma per come ci si è arrivati. Questo è il vero discorso da fare. Dobbiamo per una volta fare lo sforzo di non applicare la nostra visione svizzera delle questioni elettorali e calarci nei panni degli altri. La genesi del referendum sulla Brexit non è stata quella da noi ortodossa della raccolta delle firme, del popolo che a gran voce…

Leggi tutto

Libero suicidio di un libero Regno Unito

Libero suicidio di un libero Regno Unito

di Jacopo Scarinci Il referendum convocato dal premier inglese David Cameron, che si credeva leader ma si è consegnato mani e piedi alla leggenda iscrivendo il proprio nome nel grande libro della storia alla voce “inetti”, ha decretato una doppia sentenza: a) il Regno di Sua Maestà uscirà ufficialmente dall’UE dopo anni in cui ha avuto una (mezza) appartenenza à la carte; b) i Paesi che lo compongono si dirigeranno a velocità supersonica verso un…

Leggi tutto

L’ultimo articolo di Jo Cox

L’ultimo articolo di Jo Cox

della Redazione Riportiamo qui l’ultimo articolo scritto dalla parlamentare britannica Jo Cox, prima di essere uccisa. È in atto una guerra di genti, non di religione. Gli estremisti nazionalisti sono equivalenti all’ISIS, e l’odio seminato da una parte trova terreno fertile negli estremisti dell’altra. A pagare è chi sta nel mezzo e vuole solo il bene del proprio Paese. A pagare sono i “buonisti”. Pensiamoci. Se, come il ministro degli Esteri sostiene, “relazioni strette con…

Leggi tutto

“Ken il Rosso” e le sue denunce vincono a Cannes

“Ken il Rosso” e le sue denunce vincono a Cannes

di Ulrike Blum Fa effetto poter parlare di un Festival del Cinema per la vittoria di un grande film di un immenso regista invece che fermarci alla mise di Bella Hadid o a gossip di contorno. Questo lo dobbiamo a Ken Loach che, a dieci anni tondi di distanza da “Il vento che accarezza l’erba”, vince la sua seconda Palma d’Oro a Cannes grazie a “I, Daniel Blake”, un film pieno, grintoso, di denuncia come…

Leggi tutto

Sadiq Khan sindaco di Londra, bye bye al fondamentalismo

Sadiq Khan sindaco di Londra, bye bye al fondamentalismo

di Jacopo Scarinci Sadiq Khan è nato a Londra da genitori pachistani. Avvocato specializzato in difesa dei diritti umani, deputato, ministro, braccio destro di Ed Miliband. Di sinistra e con una certa testa, perché ci vogliono palle e una discreta attitudine all’indipendenza per essere inglesi e non estremisti con l’offerta politica ferma al 1981 à la Corbyn o auspicabili Tony Blair del 2016. La cosa divertente, in tutto questo, è che Khan mica era favorito…

Leggi tutto
1 2