Charlottesville, l’Italia e la Svizzera

Charlottesville, l’Italia e la Svizzera

Relegare i fatti di Charlottesville, in Virginia, come un problema solo americano sarebbe fuorviante. Perché sono fatti in fondo semplici, ma che vanno magari ricordati. L’amministrazione comunale di Charlottesville decide di rimuovere una statua del generale Lee. George Edward Lee fu comandante in capo delle forze confederate durante la guerra di secessione americana. Una guerra civile che ha lasciato una profonda cicatrice nella società americana chiedendo un costo enorme per l’epoca, di quasi 800’000 morti…

Leggi tutto

L’inchiesta per post razzisti è solo il primo passo

L’inchiesta per post razzisti è solo il primo passo

La notizia delle due donne indagate per post beceri e razzisti pubblicati su Facebook riguardo alla triste vicenda della ragazza eritrea morta a Bellinzona qualche tempo fa conforta. Indagate, non condannate: è presto per festeggiare il ritorno alla vittoria della decenza sulla crudeltà e l’analfabetismo funzionale. Ma è un primo passo, che è nato dalla segnalazione di tante persone. Per questo conforta. Ma non solo. Con l’apertura di questa inchiesta si mettono un po’ di…

Leggi tutto

Le Migliori di Facebook: Emmanuel non è morto solo una volta

Le Migliori di Facebook: Emmanuel non è morto solo una volta

C’è che se incontri uno che d’abitudine tira le noccioline alle persone di colore e prende in giro tua moglie, tu devi far finta di niente, altrimenti muori. E muori più di una volta. Muori sotto i colpi dell’idiota che ti ha massacrato solo perché volevi difendere la dignità di tua moglie. Muori strumentalizzato da chi ti usa per scopi politici. Muori quando senti persone che difendono chi ti ha ucciso. Muori soffocato dall’ignoranza di…

Leggi tutto

Nigeriano ucciso: tante balle, ma contano i fatti

Nigeriano ucciso: tante balle, ma contano i fatti

di Corrado Mordasini Nella guerra tra tifoserie, e cioè tra chi difende il nigeriano ucciso, Emmanuel Chidi Nnamdi, gridando al razzismo e chi si inventa storie improbabili, dobbiamo cercare di essere lucidi e di guardare ai fatti. Mancini, l’omicida 39 anni, è titolare di un allevamento che conta una cinquantina di tori, con la passione per il pugilato. Alto un metro e 90 e corpulento, è un volto noto della tifoseria ultras della locale squadra…

Leggi tutto

Stupidi pericolosi sicari

Stupidi pericolosi sicari

di Corrado Mordasini Emmanuel era scappato dall’incubo di Boko Haram, delle esecuzioni coi machete, dei bambini soldato allucinati dal kat. Era scappato dalla crudele Nigeria e dalle milizie che si pasturano di sangue ingrassando come topi di fogna. Emmanuel aveva lasciato laggiù i cadaveri dei genitori e di una figlia, uccisi nell’esplosione di una chiesa. Emmanuel aveva un amore, si chiama Chinyery. Aveva, perché Emmanuel è morto per difenderla, ucciso a calci e pugni da…

Leggi tutto

La parte squallida della Brexit

La parte squallida della Brexit

di Corrado Mordasini La Scozia vuole uscire dall’Inghilterra per restare nella UE, l’Irlanda del Nord chiede l’unificazione con l’Irlanda perché ha votato a favore dell’Europa. Tre milioni di firme in poco raccolte in poco più di tre giorni da una petizione per votare di nuovo. Stessa cosa per le 150’000 firme che vogliono la secessione di Londra dalla Gran Bretagna. Cosa fa ridere? Il Regno Unito non ha mai fatto parte dello spazio Schengen e…

Leggi tutto

Il padre di Gobbi: ora anche post antisemiti

Il padre di Gobbi: ora anche post antisemiti

di Corrado Mordasini Ormai a questo punto abbiamo sdoganato tutto. Il fascismo, il razzismo, la violenza, la cattiveria. Il Gobbi Padre, Mirko, ha già avuto l’onore delle nostre cronache per aver postato post filofascisti e razzisti. Nonostante la nostra denuncia, da parte di Gobbi figlio neanche una riga. Da parte della stampa, neanche una riga. Da parte degli altri social media neanche una riga. E sì che il padre di un Consigliere di Stato dovrebbe,…

Leggi tutto

I vichinghi contro l’Africa

I vichinghi contro l’Africa

di Corrado Mordasini C’è una donna gracile, con la testa rasata, che la fa apparire ancora più fragile e nuda di fonte ai massicci personaggi barbuti scandinavi. Lei è Tess Asplund, 42 anni, ritrovatasi sul cammino di un corteo neonazista in Svezia. Tess li ha affrontati, sollevando il braccio e facendo il pugno. Tess è diventata di colpo e senza volerlo, un simbolo della protesta pacifica contro il razzismo. L’assembramento degli svedesi Nordiska motståndsrörelsen (Movimento…

Leggi tutto

Sono vittima del triage*

Sono vittima del triage*

di X “Può farci vedere il contenuto dello zaino?” A quei due agenti avevo proprio voglia di dire di no. Perché non c’era nessun motivo per credere che potesse contenere qualcosa di compromettente. Ero stato fermato per aver circolato in bicicletta senza luci accese, e non era poi neppure così buio. L’unico indizio che i due poliziotti avevano per perquisirmi era il colore della mia pelle. Sì, sono una “vittima del triage”. Sono svizzero, mia…

Leggi tutto

Se lo fai anche tu, fai schifo

Se lo fai anche tu, fai schifo

di M.B. Ho appena visto un video su YouTube e sono ancora scosso e sto cercando di capire perché. Il messaggio è forte, toccante, visto che al centro della storia c’è un ragazzo di colore in Lituania che chiede ad alcuni passanti di tradurgli in inglese alcune frasi che altre persone hanno scritto sotto il suo profilo Facebook. Frasi becere e razziste, che sconvolgono quei passanti mettendoli di fronte a quello che di fatto è…

Leggi tutto
1 2 3 10