“Leggendo Modenini non si può che rabbrividire”

“Leggendo Modenini non si può che rabbrividire”

Sfogliando il CdT un brivido mi corre lungo la schiena, non si può far altro che rabbrividire leggendo le sconcertanti affermazioni di Modenini che senza pudore dichiara che “Il salario da solo non può essere la sola risposta alle esigenze di reddito delle persone legate al costo della vita in Svizzera”. Secondo il direttore dell’Associazione Industrie Ticinesi AITI non sarebbe quindi il salario l’unico modo per arrivare a condurre una vita dignitosa nel nostro cantone. Che frase perversa,…

Leggi tutto

Salari svizzeri anche per il Ticino

Salari svizzeri anche per il Ticino

Appena dopo la pubblicazione della sentenza del Tribunale federale sul salario minimo nel Cantone di Neuchâtel, applicabile anche all’iniziativa Salviamo il lavoro in Ticino, il Presidente e il Direttore dell’Associazione Industrie Ticinesi (AITI) sono prontamente partiti all’attacco. È paradossale la mancanza di volontà di entrambi di impegnarsi per fissare un salario minimo veramente dignitoso in Ticino. E per dignitoso si intende quel salario che permette ai cittadini di vivere senza l’aiuto dello Stato, come hanno stabilito…

Leggi tutto

Modenini: “Il mondo della gente comune lo conosco molto bene”

Modenini: “Il mondo della gente comune lo conosco molto bene”

Buongiorno Sono figlio di operai, che oltretutto hanno lottato per i loro diritti, quindi il mondo della gente comune lo conosco molto bene, a differenza di tanti altri, anche a sinistra, che lo descrivono senza averlo mai vissuto. Un salario minimo di 3’500 franchi mensili lordi non è evidentemente alto per chi lo percepisce ma per diversi artigiani, commercianti e aziende che devono fare quadrare i conti e fare fronte alla concorrenza si. Per aiutare…

Leggi tutto

Salari giusti, economia marcia, lavoratori con le pezze al culo

Salari giusti, economia marcia, lavoratori con le pezze al culo

di Carlo Zoppi In Ticino servono misure concrete a tutela dei lavoratori per far fronte al dumping e alla sostituzione della manodopera locale con i frontalieri. Preoccupazioni legittime che non troveranno risposta nei contingenti, fatti per proteggere i padroni e non chi lavora. Dobbiamo rafforzare le misure di accompagnamento alla libera circolazione inasprendo le multe, estendendendo i contratti collettivi di lavoro e aumentando i controlli. Naturalmente PPD, PLR e Lega si oppongono quando si stratta…

Leggi tutto