La politica e il controllo sulle armi (che non c’è)

Una cosa va detta, sottoscritta e ricopiata almeno cento volte sulla lavagna. Dopo aver sfiorato la strage, per evitare che ci si ritrovi di nuovo a dover gestire un’emergenza identica se non peggiore a quella che ha scosso tutti noi, ora è soprattutto alla politica che spetta il compito di rimboccarsi le maniche e capire, decidere e fare qualcosa. Consci che la dea bendata non va sfidata una seconda volta.

Read more

La canzone di agonia dei palestinesi

Un’ambasciata spostata da Tel Aviv a Gerusalemme. Non ce n’era bisogno, non serve a nulla, se non a ribadire ai palestinesi che loro non valgono nemmeno le pallottole che li uccidono. Se non a suggellare un patto infame tra Israele e gli Stati Uniti. E gli altri, quelli che piangono, e ci sono sia dall’una che dall’altra parte, possono solo osservare impotenti una deriva sempre più mostruosa.

Read more

Le bici rubate e i lucchetti di Google 

Nel paradiso del tecno-liberalismo, abitato da nerd in infradito che cambiano il mondo da dietro una tastiera, nella sede della più potente multinazionale del web – Google – scompaiono dalle 100 alle 250 biciclette alla settimana. Mountain View è il centro di questa “guerra” su due ruote che all’ideologia della sharing economy – l’economia virtuale della condivisione – contrappone un po’ di reale riappropriazione.

Read more
Pagina 4 di 348« Prima...23456...102030...Ultima »