L’eterna lotta. E di mezzo ci vanno i bambini

Di

di Corrado Mordasini

faccinaGASmordasiniIl cuore e la logica da una parte, la becera applicazione delle leggi dall’altra: è questa l’eterna lotta. Bertoli contro Gobbi sulla scolarizzazione dei bambini ecuadoregni a Gambarogno. Uno è favorevole, perché l’alternativa è lasciarli in strada coi genitori a chiedere i soldini col cappello suonando il charango. L’altro fa il muso duro, così dimostra ai mastini che lo votano che non ce n’è per nessuno, men che meno con quei nani indios.

Forse Gobbi dovrebbe ricordarsi che c’è una Dichiarazione dei Diritti dell’uomo sottoscritta anche dalla Svizzera, i cui dettami trascendono le leggi nazionali:
La Dichiarazione Universale dei Diritti Umani proclamata nel 1948 dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite sancisce il diritto di ogni individuo all’istruzione, stabilendo la gratuità e l’obbligatorietà di quella primaria.

Ma sarebbe fare troppo onore a Gobbi pretendere che ragioni un palmo in là del suo nao. E, proprio come per Arlind, io sto di nuovo con Bertoli.

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!