Ma l’Oreste è xenofobo?

Di

20141025redazione

della Redazione

faccinaGASufficialeDi Corrado si può dire tutto, ma non che le manda a dire. E, quando le dice, è proprio esplicito. Così esplicito che lui, l’Oreste, s’è risentito. Giusto un pochino.

Superfluo aggiungere che qualcuno, grufolando nel pattume, ha trovato pane per i loro denti e cavalcato la polemica. Beninteso dando voce solo a chi gli garba. Cioè all’Oreste.

Domanda: ma allora l’Oreste è un tantino xenofobo oppure no? Mah!

20141025redazione1Di sicuro c’è solo che l’Oreste è un amministratore della pregevole pagina Facebook Satira Ticino. Lo sappiamo perché a suo tempo si fece portavoce della richiesta delle dimissioni di Manuele Bertoli. Che cosa ciò avesse a che fare con la satira non è chiaro, ma transeat. Si vede che siamo stupidi noi, incapaci di comprendere la satira dell’Oreste.

Le persone si giudicano per quel che fanno. Ma anche per quel che non fanno. Per esempio, gli amministratori di Satira Ticino (Oreste compreso) tollerano post e commenti… come dire?… quanto meno discutibili. Noi ne abbiamo raccolto un florilegio esemplificativo in uno spazio che dedicheremo alla nefandezze nei social media. E lo terremo aggiornato: è una promessa. Perciò invitiamo tutti i lettori del GAS a spedire a gentecheaccende at gmail.com gli screenshot con le migliori performance pubblicate su Satira Ticino, ma anche altrove nei social media.

Non solo: se qualcuno si azzarda a intervenire su Satira Ticino per criticarne i post, anche in maniera pacata e civile, si trova nel migliore dei casi cancellati i propri commenti e nel peggiore bannato su due piedi. Le testimonianze sono innumerevoli.

L’Oreste tollera tutto questo. È xenofobo? È complice degli xenofobi? Lasciamo a te, lettore, l’ardua sentenza.

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!