Nuova Bissone, vecchia politica

Di

201411009caccia

di Gherardo Caccia

faccinaGAScaccia
L’ultima seduta del Consiglio comunale di Bissone è stata alquanto movimentata. Il movimento Nuova Bissone, guidato dall’ex sindaco Ludwig Grosa, ne ha fatta un’altra, ancora più grossa di quella di far sedere il suo leader tra i banchi del Legislativo mentre ancora sotto inchiesta non certo per furto di caramelle. La genialata è stata quella di richiamare tra i ranghi del gruppo in Consiglio comunale l’anch’egli ex sindaco Giorgio Gianola, oggi 81enne, che aveva lasciato la carica perché indebitato con lo stesso Comune. Grosa e Gianola: due personcine per bene, due ex sindaci che se sono “ex” un motivo ci sarà.

Alcuni fra i nostri bravi politici descrivono la vicina Penisola come mafiosa, fallimentare, degradata. Poi noi guardiamo qui e vediamo queste prodezze. 20 anni di politica dell’apparenza, di starnazzi domenicali, del dire la propria anche quando non si ha niente da dire… hanno portato a questo.

A questa pagliacciata la Sinistra bissonese non ha voluto partecipare e ha abbandonato l’aula durante la votazione e l’insediamento di Gianola in Legislativo. Perché?

Perché c’è una parte di popolazione stufa di questo modo di fare politica, delle vecchie facce che ritornano (neanche tanto ripulite, fra l’altro), dei vecchi sistemi che non cambiano. La Sinistra, a Bissone come in Ticino, deve imparare ad ascoltare questa gente che ha voglia di cambiare, entrare nelle sale dove questi vecchi modi e queste vecchie facce si sono radicate e reagire, combatterle, estirparle.

Perché? Oh, bella! Ma perché ve lo chiede la gente!

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!