Perché ne stiamo parlando?

Di

20141025ged

di Ged

faccinaGASged “Se do fastidio vuol dire che sto facendo un ottimo lavoro”: questo è l’argomento di Oreste Pejman, giovane candidato del PPD al Gran Consiglio. E l’ottimo lavoro che sembra lui stia svolgendo sarebbe sulla pagina Facebook Satira Ticino. Incuriosito, cerco la pagina e scorro la timeline.

Di certo da un candidato pipidino mi aspettavo ben altri contenuti. Troviamo Mario Balotelli che zappa un campo di patate. C’è anche Conchita wurst…el. Oppure la pornostar cilena e le 16 ore di sesso. Riassumendo: calcio, figa, omofobia e xenofobia. Certo, lo so: xenofobia è una parola che non vi piace. Semplicemente significa “paura del diverso”. Tutto lì.

Altro? Poca roba. Immagini e articoli rimbalzati da altre pagine web. Insomma, tanta superficialità e poca farina del proprio sacco.

Continuando a scorrere la timeline di Satira Ticino casco su alcune illustrazioni dell’artista Pawel Kuczynski. Un artista che mi è caro: la sua satira ha una forza e un’originalità notevoli. I suoi disegni sono semplici, mai banali e molto efficaci. Forse l’unico post, tra tutto quel ciarpame, che merita di farsi chiamare satira. Ma anche qui nessun riferimento a Pawel Kuczynski (che tra l’altro ha una bella pagina Facebook), nessun commento, nessuna citazione, niente.

Allora dove sta l’ottimo lavoro? Ma, soprattutto, perché ne stiamo parlando? Così do un’occhiata anche ai commenti dei vari post. Chissà, magari si trova qualche contributo costruttivo. Invece niente nemmeno lì.

Ma almeno capisco: è tutto un brulicare di commenti razzisti che sembrano essere tollerati dalla pagina pipidina.

Ecco perché ne stiamo parlando.

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!