Pragmatismo con l’UE

Di

20141004scarinci

di Jacopo Scarinci

faccinaGASscarinciL’ultimo barometro elettorale, commissionato dalla SRG/SSR, offre diversi spunti interessanti.

Quello che merita più approfondimento è il rapporto tra il dato relativo alla considerazione dell’immigrazione come problema principale da affrontare e il parallelo calo dell’UDC nelle intenzioni di voto. Il 73% degli interpellati si dichiara concorde con il tentativo del Consiglio federale di applicare l’iniziativa del 9 febbraio senza incrinare i rapporti con l’Unione Europea, mentre il 58%, se posto davanti alla possibilità di cancellare i Bilaterali, voterebbe per il loro mantenimento.

Oggi il tema dell’immigrazione non è più singolo appannaggio dell’UDC, perché rispetto al passato tutti i partiti hanno iniziato a occuparsene e a formulare proposte. Di conseguenza le posizioni democentriste si sono sempre più radicalizzate, raggiungendo un estremismo in apparenza sgradito a un elettorato che ai Bilaterali e ai rapporti con l’UE non vuole rinunciare. Quello del 9 febbraio è stato un voto deciso da meno di 20 mila schede, figlio della paura e del riflesso alla chiusura provocato da una massiccia campagna dai toni drammatici, tesa a raffigurare una realtà che però sembra essere diversa da quella presentata dai promotori.

Il popolo pare aver compreso che con la rinuncia agli Accordi bilaterali si scherzerebbe con il fuoco e che i problemi relativi all’immigrazione si possono risolvere con riforme interne, senza cedere all’allarmismo. Con pragmatismo.

(Foto: ginasanders)

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!