I sensitivi del Corrierone e i delinquenti stranieri

Pubblicità

Di

Tattooed hands of a criminal handcuffed

20141107redazione2della Redazione

faccinaGASufficialeStamattina il “Corriere del Ticino” ha pubblicato una lunga lettera di Martino Rossi, con una documentata riflessione sulle percentuali di Svizzeri e di stranieri che delinquono e sulla propensione dei giornali a enfatizzare la nazionalità dei criminali. In particolare, Rossi contesta un titolo pubblicato nei giorni precedenti dal quotidiano di Muzzano. Ci sarebbe di che riflettere, se non altro.

La redazione del Corrierone è ostinata e risponde a Rossi che no, non c’è problema, il titolo andava benissimo, ci mancherebbe: tanti sono gli stranieri, tanto va detto. Ma si apprezzi soprattutto la conclusione della risposta:

“Aggiungiamo che le cifre analizzate da Martino Rossi sono quelle riferite unicamente ai reati per i quali si riesce, come detto, ad identificare gli autori. Se considerassimo anche i reati per i quali l’identificazione non è stata possibile, la quota degli stranieri (residenti e no) risulterebbe verosimilmente ancor più elevata: questo vale in particolare per furti, taccheggi e borseggi (numericamente i reati dominanti), la stragrande maggioranza dei quali resta purtroppo senza un colpevole identificato.”

Traduzione per chi non avesse capito bene:

“Nessuno sa chi sono, ma di sicuro sono stranieri anche quelli.”

Evidentemente al Corrierone sanno anche quel che nessuno può sapere. Saranno sensitivi. Perché di sicuro questo non è un pregiudizio anti-stranieri. No no. Proprio no.

(Foto: Aleksei Smolensky)

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!