200 di questi derby

Pubblicità

Di

20141118scarinci1

di Jacopo Scarinci

faccinaGASscarinciQuando si parla di sport – qualsiasi sport – ormai si parla di soldi: diritti televisivi, stipendi, premi, pubblicità. Solo una cosa oggi salva ancora il romanticismo dello sport, in un mondo che va sempre più veloce e ha priorità di business che sempre meno hanno a che vedere con l’agonismo e la passione: il derby.

Oggi si gioca il 200esimo derby tra Lugano e Ambrì Piotta. Per capirne la portata basti pensare che il derby calcistico tra Milan e Inter conta a oggi 212 edizioni. Ciò vuol dire che in pochi anni verrà superato dal nostro “Tessiner Derby”.

Il derby è una favola, soprattutto per noi Ticinesi. Una favola che dimostra come niente sia impossibile, come lo sport sia davvero un concentrato di emozioni. I derby di Glasgow, Manchester, Atene, Roma, Milano insegnano come ogni derby sia storia a sé, come non contino posizioni di classifica, blasone, storia, ma conti soprattutto la passione, quel sentimento considerato sempre meno fondamentale. E di passione, alla Resega come alla Valascia, se ne è respirata tanta in queste 199 partite.

Se ne è respirata quel 5 aprile 1999 che laureò il Lugano campione svizzero in casa dell’Ambrì dopo una serie tiratissima, nel 2008 quando i leventinesi sbancarono la Resega con un impietoso 0-6 e anche nei due derby giocati finora in questa stagione. Perché i derby del Ticino sono un così grande mix di passioni, gioia, festa che qualunque tifoso conserva dentro di sé ricordi indelebili di ognuno di loro.

Fateci divertire, rendeteci orgogliosi di tifare per la nostra squadra sia che vinca sia che perda. Perché lo sport è e deve essere questo: divertimento e passione.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!