Bertini e lo spirito del Natale

Pubblicità

Di

20141117mordasini

di Corrado Mordasini

faccinaGASmordasiniMichele Bertini, capodicastero di polizia a Lugano, con un piglio da militare più che da Municipale dichiara:

“È un problema molto sentito, i nostri cittadini non sono abituati a queste scene… e non voglio nemmeno che si abituino a vederle. Nella vicina Italia questi episodi sono all’ordine del giorno. Abbiamo infatti incontrato, lo scorso 12 novembre, l’Assessore alla sicurezza della Regione Lombardia. Quest’ultimo diceva che, purtroppo, loro sono ormai assuefatti e che l’accattonaggio è diventato la normalità per i suoi cittadini. Le autorità hanno praticamente perso il controllo del territorio e ne pagano le conseguenze”.

Di che parla? Di spacciatori? Di prostitute coi copertoni accesi sulla statale? Di violenza da stadio? Di rapine? No. Parla di mendicanti. Mendicanti: persone che non hanno niente. Niente.

Ancora Bertini:

“Casi come questo sono disdicevoli per una città come la nostra”.

Siamo d’accordo, è disdicevole che uno cerchi di sopravvivere: dovrebbe sdraiarsi sotto un ponte e lasciarsi morire lentamente. Prosegue Bertini:

“È risaputo che durante il periodo estivo la situazione è piuttosto tranquilla, ci sono meno persone atte all’accattonaggio. Nei periodi invernali, o prima delle festività, riscontriamo invece un incremento notevole di questa fastidiosa presenza”.

Ma guarda te ‘sti scemi: invece di mendicare in gennaio, lo fanno in dicembre sotto Natale. Roba da matti. Nessuno di noi farebbe una cosa del genere.

Comunque anche a me infastidisce Bertini, e tanto. Ma mica mando la polizia a farlo sgombrare, anche se ne avrei una voglia matta. Il fastidio che mi creano persone aride come Bertini non potrà mai essere paragonabile a quello di un mendicante, che al limite mi fa pena. Bertini invece mi fa proprio incazzare, e con lui tutti quei riccozzi con la puzza sotto il naso. Gente abituata al caldo di un focolare, gente per cui la sofferenza degli altri è solo una questione amministrativa.

E poi il cicciolino Bertini si lamenta che i suoi agenti non possono sanzionare i mendicanti. Bravo, bene, bis. Uno sta lì come un coglione al freddo per guadagnare qualche franco e tu gli dai anche la multa. Ma allora sparagli direttamente, no? Così smette di soffrire.

Questa è la stessa arida città, Lugano, che non ha neanche un posto letto per i senzatetto. Non uno: ci devono pensare quei Sinistri di Casa Astra o la carità cristiana dei cappuccini di Fra Martino. I mendicanti sono disdicevoli, sporchi e puzzoni. Meglio che non esistano. Perché rovinare la festa e le luci al Bertini Michele, nato in una greppia circondato dai Re Magi?

Ma forse Bertini, a Natale, mentre mangia fois gras e beve champagne con la morosa, avrà un pallido pensiero per chi è al freddo, magari coperto da qualche cartone. Persone che nella vita hanno avuto meno fortuna di te, cresciuto nella bambagia.

Persone che hanno vissuto dieci vite più di te. E sicuramente persone che, nella loro povertà, a te un posto per ripararti lo darebbero.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!