Deputazione più a Destra? Grazie al PPD

Pubblicità

Di

20141125scarinci

di Jacopo Scarinci

faccinaGASscarinciI dati pubblicati ieri dal politologo Michael Hermann parlano chiaro: mai come nella legislatura in corso la deputazione ticinese in Consiglio nazionale si è schierata a Destra. Fatta eccezione per una Marina Carobbio nei panni di Henry Fonda o di John Wayne a Fort Apache, sembra che alcuni nostri rappresentanti a Berna abbiano aderito ciecamente al soave e mai abbastanza paraculo adagio del “Non sono di Destra, però…”.

Il successo dell’alleanza Lega-UDC nel 2011 ha modificato non poco gli equilibri, ma leggendo i dati si scopre che, se l’indice di valutazione si è spostato a Destra, lo si deve soprattutto ai voti espressi dai due volti nuovi del PPD. Regazzi e Romano, senza avere né i capelli da bohémien di Rusconi né la presenza scenica di Quadri, sono riusciti a diventare filodestrorsi senza nemmeno essersene accorti, come un Pejman qualsiasi. I satelliti girano attorno al loro pianeta, e ormai i pipidini sono gli inconsci corpi attratti da una Lega che ormai di forza magnetica ne dispensa a tonnellate, con giustificato sollazzo.

E così siamo circondati. Il sol dell’avvenire non sarà offuscato da un candidato al Consiglio di Stato pronto a beltrafregare un Ministro uscente senza che questi abbia ancora capito di star per finire come i capponi di Renzo. La battaglia continuerà a essere combattuta e cercheremo come sempre di far capire che il Ticino è un posto migliore dei suoi rappresentanti.

Combattere la Destra non era sufficiente: ora dobbiamo combattere anche la sua brutta copia. Avanti, sì… ma che palle, oh.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!