È davvero così?

Di

Passenger Jet Plane Flying Over Airport Runway Against Beautiful

di Antonia

faccinaGASantoniaIl signor Tobiolo Gianella scrive, tra le altre cose, su Lugano Airport:

“2. Allungamento di 70 metri della pista a nord, lavori completati nel mese di settembre 2014 dopo ben più di due anni di attesa a causa di alcune opposizioni. Tali lavori hanno permesso di massimizzare la sicurezza e permettere agli aerei che già gravitano sull’aeroporto di raggiungere le migliori performance, ma anche per favorire l’arrivo ad Agno di aerei più grandi.”

Qualche sera fa ero a cena accanto a un gruppetto di piloti di una linea aerea che fa capo ad Agno. Ne ho approfittato per domandare loro che cosa pensassero dell’allungamento della pista di 70 metri verso nord: la risposta mi ha talmente colpito che mi sento in dovere di chiederne conferma a chi ne sa più di me (ma forse meno dei piloti). Eccola:

“Se si decolla da Sud verso Nord, l’allungamento “può essere oro” (sic). Se infatti l’aereo non dovesse prendere quota, quei 70 metri consentono di frenare senza andare a sbattere. Se si atterra da Sud, i 70 metri servono a poco o nulla.
Se si atterra da Nord, in realtà la pista è diventata più corta, non in termini di cemento, ma in termini di norme per l’atterraggio. Infatti dobbiamo posarci più a Sud di quanto era concesso prima.”

Se è davvero così, vuol dire che sono stati spesi dei quattrini per un’evenienza (l’aereo che decolla verso Nord non riesce a prendere quota) che tutti desiderano che non si verifichi mai. Ma d’accordo, la sicurezza è stata massimizzata (forse “aumentata” sarebbe bastato). Ovviamente non garantita, perché la sicurezza assoluta non esiste.
Quanto invece a “favorire l’arrivo ad Agno di aerei più grandi”, non si vede come ciò sia possibile, dopo l’adozione di norme più restrittive delle precedenti.

(Foto: khunaspix)

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!