I conti senza l’oste

Pubblicità

Di

20141124gio

di Gio

Il raddoppio del Gottardo ha la particolarità di essere un tema regionale che, se il referendum raccoglierà le firme necessarie (e qui c’è il formulario), verrà sottoposto al voto della Svizzera intera. Il progetto da 2 miliardi di franchi verrà dunque valutato anche dalla parte della Svizzera più popolata e politicamente ed economicamente forte. Chi ha avuto modo di vivere la realtà d’Oltralpe avrà percepito la sensibilità all’ambiente e l’attenzione alle tematiche del traffico che contraddistinguono gli Svizzerotedeschi e i Romandi.

La questione del Gottardo rimane per la maggior parte degli Svizzeri qualcosa che non colpirà direttamente le loro vite, ma che si sentiranno di dover mettere in discussione, considerato quanto di tasca loro hanno già messo per Alptransit. Considerati poi i volumi di traffico che zone come la periferia zurighese e la sponda del Lemano devono sopportare giornalmente, quanto subiamo in Ticino sembra quasi nulla. Siamo una minoranza? Sì, dobbiamo accettarlo ma anche difenderlo senza arroganza.

Sorprende allora vedere come il problema sia vissuto sul piano regionale da buona parte dei politici ticinesi, mentre il grosso dei voti arriverà da chi il Ticino lo considera alla stregua di una regione periferica.

Proprio in vista delle elezioni cantonali gli improvvisi schieramenti a favore della causa del raddoppio fanno riflettere e danno un’idea della scarsa consapevolezza di certi politici. Il problema della sicurezza è stato più volte ridimensionato. Non rimane che insistere a fini elettorali? A pensar male si fa peccato, ma il più delle volte ci si azzecca.

(Foto: USTRA)

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!