Il Rosso e il Verde

Di

20141109artemisia

di Artemisia

faccinaGASartemisiaGrande scontento serpeggia oggi nella Sinistra ticinese.

Ieri due grandi manifestazioni organizzate con l’appoggio di partiti e movimenti dei rispettivi schieramenti – Lega da un lato e GISO dall’altro – si sono contrapposte. I risultati sono palesemente a sfavore dei Rossi, completamente asfaltati (cit.) negli intenti dai nemici Verdemattino.

Se è chiaro che la manifestazione finalizzata a dare un forte segnale sulla necessità della ripresa di severi controlli alle dogane non è stata disturbata dagli eventi bellinzonesi, il comitato organizzativo dei Rossi lamenta un boicottaggio palese da parte degli oppositori alla loro manifestazione a favore dei diritti dei bambini dopo il caso dei due ecuadoriani nel comune di Gambarogno.

Un anonimo portavoce ci ha rilasciato in esclusiva la seguente dichiarazione:

“Siamo molto delusi dall’affluenza di circa 500 cittadini, quasi tutti svizzeri. Contavamo fortemente sulla presenza di migliaia di frontalieri, ecuadoriani e in generale immigrati stranieri, possibilmente pregiudicati o malati di ebola. Tuttavia la poderosa manifestazione leghista ha bloccato tutti gli afflussi esterni, lasciandoci a rappresentare solo ed esclusivamente gli interessi dei Ticinesi e quella che è sembrata un’effettiva volontà popolare. Il fatto ci sconcerta molto. Non credevamo nemmeno che ci fossero ben più di 10 Ticinesi con i nostri stessi obiettivi e interessi. Questo ci dà molto da riflettere. Anzitutto controlleremo i passaporti di tutti i partecipanti e, se risulteranno davvero in maggioranza ticinesi, probabilmente chiuderemo le sezioni cantonali di tutti i nostri partiti. Non possiamo tollerare una politica a favore di quello che i nostri davvero vogliono. E ci rifiutiamo di rappresentarli.”

Insomma, ieri è stata una giornata di storica vittoria della Destra.

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!