Lex Lombardi? No, grazie

Pubblicità

Di

20141129scarinci

di Jacopo Scarinci

faccinaGASscarinciBisognerebbe spiegare alcune cose a Filippo Lombardi. Perché sembra che lui e i partiti borghesi che appoggiano la sua Lex sull’apertura dei negozi vivano in un mondo parallelo.

Bisognerebbe spiegargli che non è tenendo aperti i negozi qualche ora in più che si aumentano i consumi e soprattutto si smette di far la spesa oltreconfine. Perché, se a Caslano pago franchi 5.40 quattro-zucchine-quattro e a Lavena le stesse zucchine le pago meno di 1 euro e 50, i supermercati possono tenere aperti quanto vogliono, ma la gente farà comunque la spesa in Italia. E in Ticino dovremmo finirla di fare i complottisti, perché nei supermercati in provincia di Sondrio ci sono solo targhe dei Grigioni. La situazione è questa ovunque.

Bisognerebbe spiegargli che alla gente normale piace fare una passeggiata in riva al lago, andare in montagna, uscire con gli amici, mangiare costine e guardare l’hockey inveendo magari contro lo stesso Lombardi e con gli stranieri che ha preso quest’anno. La gente normale non ha come obiettivo di vita rinchiudersi in un centro commerciale.

Bisognerebbe spiegargli che la gente in disoccupazione o in assistenza non ha la preoccupazione di poter far la spesa tardi la sera o di sabato pomeriggio, ma di mettere qualcosa in tavola per i propri figli.

E bisognerebbe anche spiegargli che noi dovremmo incazzarci per l’affossamento della legge sui cartelli di un paio di mesi fa, non gioire riverenti per questa trovata che puzza di borghese lontana chilometri.

Caro Lombardi, di grazia, pensi all’Ambrì. Che è meglio.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!