Scandali e pettegolezzi

Di

20141101veraconforti

di Pepita Vera Conforti

faccinaGASveraconfortiPuntate degli scandali del 26 ottobre. I servizi segreti intercettano abusivamente uno dei partiti di Sinistra alleati del governo. Si intrecciano vecchie amicizie e strategie di sviamento. Poi una puntata intera ad aspettare le rivelazioni-pettegolezzi del libro dell’ex leader laburista.

Fa’ buon viso a cattivo gioco, perché detesterai molte cose che devi fare e dire.

  1. Riunioni in piedi: durano meno e rendono di più perché tutti vogliono decidere in fretta.
    Ormai sta diventando una pratica in diversi ambienti. Perché non provare? Ci eviteremmo riunioni interminabili.
  2. Non fare la maniaca del controllo: accetta che le cose andranno diversamente da come immaginavi.
  3. Per chi è convinto che occuparsi della famiglia lavorando parzialmente sia un privilegio…
    “Se è un privilegio, vacci tu a scuola a parlare con lo psicologo perché nostro figlio di 8 anni se la fa ancora addosso”. E diamine, Philippe, un po’ di pazienza: per una volta che tocca a voi, quante storie!
  4. Ma, se non bastasse, ci mettiamo anche il ricatto sessuale.
    “Non ce la faccio, non vado a comando”. Potevi accampare almeno la vecchia scusa del mal di testa, meno colpevolizzante.
  5. Prendi nota: se sei al potere, le vacanze si riducono drasticamente.
    “Non lavoriamo in una salumeria, dobbiamo far funzionare un Paese”. E comunque, quando le farai, qualche idiota te le rovinerà.
  6. Le amicizie in politica hanno valore solo fino a quando non intralciano l’agire del potere.
    “Se mi fossi lasciata coinvolgere dai problemi di amici e conoscenti durante gli anni passati in politica, non sarei mai diventata primo ministro”.
  7. Impara a girare le frittate anche in politica.
    Vorresti silurare un ministro, ma questi abilmente si è venduto alla stampa come un eroe? Tienilo togliendogli potere, ma dichiara quanto è affidabile. Hai raccolto informazioni usandole in modo poco etico? Poco importa se affermi che è per un profondo senso morale.

Strana democrazia, quella danese. I cittadini sono fantasmi (ma è specifico di ogni serie televisiva politica). I social network non esistono (va bene, la prima serie è stata girata nel 2010). Puoi ancora tentare di ignorare i pettegolezzi. E a volte paghi per gli errori politici commessi: “Nessuno riesce a sfuggire al passato e a dimenticarlo”.

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!