Un lupo nell’asilo

Pubblicità

Di

20141111mordasini

di Corrado Mordasini

faccinaGASmordasiniCome dice un mio amico in Facebook, quello degli asili è

“un settore lavorativo classicamente occupato da donne, che notoriamente vengono discriminate a livello salariale in tutto il mondo (con l’eccezione di qualche paese scandinavo, forse), ben venga dunque una giustizia salariale. Speriamo che si promuova in tal modo anche la scelta delle maestre residenti e che le stesse donne abbiano un riconoscimento in più per questo lavoro importantissimo. Una professione che deve rispondere alle esigenze e allo sviluppo nei primissimi anni di vita di ogni individuo.”

Verissimo. Però prima bisognerebbe che la Confederazione, che ha nelle sue leggi l’obbligo di applicazione la parità salariale, la facesse applicare davvero, invece di lasciare la cosa a discrezione delle aziende. Che è come dare le pecore in affido al lupo dicendogli: “Mi raccomando! Lo sai che è proibito mangiarle, vero?”.

Questa è la demenza del sistema capitalistico. Senza voler fare il comunista a oltranza, è questo che ci sta rovinando. Dopo il crollo del muro di Berlino, assistiamo oggi allo sgretolarsi del sistema capitalistico occidentale. Pochi sempre più ricchi e molti sempre più poveri. Una regressione vera e propria. Alla faccia dei nostri pupi all’asilo, ai quali diremo: “Però, sai, il PIL saliva dell’1,5%!”.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!