Campioncini avvelenati

Pubblicità

Di

MINOLTA DIGITAL CAMERA

di Artemisia

faccinaGASartemisiaSui social network stanno suonando le trombe di Gerico della bufala. Notizia vuole che “gli Arabi” stiano infilando nelle cassette della posta di Roma (e non solo, ovviamente: a Salerno pare sia iniziativa dei Rom) campioncini di profumo avvelenato, che avrebbero già ucciso qualche ignara, sincera e occidentalissima signora e causato svariati malesseri a chi li ha anche solo odorati.

20141202artemisia2Sono loro, proprio loro, “gli Arabi”, ad attentare alla nostra salute. Gli stessi che nel 2005 avrebbero avvelenato l’acquedotto romano (a Roma paiono affezionati alla morte per avvelenamento…). A suo tempo la bufala fu così virale da scomodare l’ACEA, ossia l’azienda delle acque dell’Urbe, Che effettuò dei controlli. Risultato: acqua limpida e potabile.

Il sito snopes.com, grande amico degli antibufalari, fa risalire l’origine di questa Perla di Pirla all’ottobre 2001, in piena psicosi post 11 settembre, quando l’antrace nelle cassette della posta ha effettivamente causato qualche vittima. Alcune varianti della bufala, tra le più vecchie, prevedono infatti che il campioncino sia contaminato con l’antrace: dapprima lettere, poi virus in spugne blu, poi campioncini gratuiti di prodotti di pulizia e infine di profumi: la bufala a misura di casalinga, insomma. In Italia segnaliamo soprattutto la marca di tali campioncini, Kenzo.

Quindi no, ragazzi: i beduini non stanno cercando di ammazzarci nemmeno così. Sorry.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!