Drammi losonesi

Pubblicità

Di

20141201artemisia

di Shevek

faccinaGASshevekIl mattinonline ha questo di bello: offre uno spaccato genuino e spontaneo della pancia del Paese. I borborigmi profondi, per intenderci. Quelli che poi si trasformano in flatulenze maleodoranti. Nello specifico, nelle lettere dei lettori, pubblicate dalla redazione del mattinonline in abbondanza per dimostrare le proprie tesi. Di recente, per esempio, sono molto trendy le lettere da Losone. Il motivo è ovvio: gli asilanti. Brutti, sporchi e cattivi. Prendiamo e commentiamo insieme, a titolo di esempio, uno di questi pregevoli contributi popolari (anonimo, ça va sans dire, ché metterci la faccia fa brutto). Vediamo dunque cosa fanno questi disgraziati asilanti…

“…sono sempre seduti sulle panchine delle scuole, bevono birra, ridono e sputano x terra…”

Orrore e raccapriccio! Sputano per terra! Però, però… nulla di penalmente rilevante, per la verità. Nulla che non sia già nelle abitudini di tanti sfaccendati autoctoni. Perché allora c’è un problema con gli asilanti? Aspetta, aspetta…

“…un gruppetto di asilanti é entrato nel nostro viale privato… ieri la parrucchiera… ha raccontato che la custode del palazzo li ha trovati dietro casa nel giardino a girovagare sul suolo privato.”

Tsk tsk! Non va bene. Non si fanno queste cose. Ma… il suolo privato è recintato? Il viale privato è chiuso da un cancello? È esposto da qualche parte un divieto di accesso? Potrebbero gli asilanti aver equivocato e pensato che fosse terreno pubblico? Soprattutto, hanno rubato qualcosa? Hanno fatto male a qualcuno? Se c’era un problema, perché non è stata chiamata la polizia? Boh! Siamo a livello del gossip da parrucchiera. Poi, però…

“Al fiume nella zona “libera per i cani” diversi si sono lamentati che gli asilanti sbucano da ovunque, i cani si spaventano e gli vanno incontro abbaiando, loro avendo paura dei cani gesticolano e si comportano in modo inappropriato, specialmente le donne!!! Giá i miei cani sono furibondi perché li sentono passare regolarmente e tutto il giorno davanti casa mia…non sono silenziosi x nulla…”

Ah, ecco! Spaventano i cani. Si comportano in modo inappropriato. Urca! Un reato davvero preoccupante. Un serio problema di sicurezza. Per non dire degli schiamazzi, poi: comportamenti inaccettabili. Possiamo immaginare Göring e Goebbels, i rottweiler della signora, tutti in agitazione a causa del rumoroso negro in transito. Roba mai vista alle nostre latitudini. Per esempio la notte, nei paraggi delle discoteche e dei locali pubblici, gli avventori ticinesi sono sempre silenziosissimi, come tutti sanno.

“…me lo potevo immaginare e anche che arrivavano solo uomini e niente famiglie come certi politici volevano “farci fessi”…..una famiglia ho incontrato una di numero e di fatto.”

Qui però sembra di intravedere una contraddizione. Dice che sono arrivati solo uomini e niente famiglie. Ma prima non aveva detto che specialmente le donne spaventano i cani? Quali donne, se c’è una sola famiglia e gli altri sono tutti uomini? Ri-boh!

“Mio figlio l’altro giorno é arrivato tardi x pranzo xché sulla via di casa ha incrociato un asilante che tossiva e ne arrivavano di altri, allora ha attraversato la strada e cambiato tragitto scuola-casa per paura di contrarre qualche malattia…ecco così vivono i nostri figli e non sono stata io ad “inculcarglielo”, anzi se io non gli ripetevo all’inizio: non ti fanno niente, tu passa facendo finta di nulla ecc…..quello mi si buttava in strada x la paura…..!!!”

20141201shevekPoffarbacco! Un asilante che tossiva. Terribile. Perché le malattie schifose le portano solo gli asilanti. E ne sopraggiungevano anche altri. Ma poi tossivano tutti? Mah! Sia come sia, ce n’è quanto basta per essere costretti ad attraversare la strada, per precauzione. Hai visto mai? E così arrivare a casa in ritardo. Certo doveva essere una strada molto larga, per provocare tutto ‘sto ritardo. O forse il ragazzino era molto lento, va’ a sapere. Se poi, colto dal terrore per l’asilante, si fosse distratto e fosse finito sotto un’auto, certo sarebbe stata colpa dei negri. Perché, diciamolo, questi poveri bambini svizzeri hanno tutto il diritto di essere terrorizzati. E i discorsi ascoltati in casa non c’entrano niente. No no no.

“La presenza di tutti questi asilanti che girovagando ovunque per Losone é oltre che inquietante ed é solo l’inizio della fine di una cittadella che la chiamavano tranquilla e sicura, Losone la nuova gemellata della sfortunata Chiasso.”

E con questa chiusura piena di speranza possiamo anche noi arrivare ad alcune conclusioni.

  1. A leggere ‘ste lettere, si capisce che non c’è nulla di preoccupante: un po’ di tosse, scaracchi per terra, risate, schiamazzi, cani abbaianti. Niente che i fancazzisti nostrani non facciano già.
  2. Se c’è stata violenza, di sicuro è stata esercitata sulla lingua italiana da questi lettori semianalfabeti di andata e di ritorno con l’abbonamento Arcobaleno. Del resto non stupisce, considerata la fonte mediatica alla quale si abbeverano.
  3. “Signora mia, non c’è più religione, dove andremo a finire con tutti questi negri in giro”.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!