Sul giornalismo ticinese

Di

newspaper, journal

di Paolo Veronese

Questo GAS mi piace per tanti motivi.

Uno di questi è che ci trovo notizie, ma soprattutto letture di notizie, che non leggo altrove. E la cosa mi inquieta. Perché, come nel caso della famiglia sfrattata di Moosleerau, si tratta sovente di semplice verità dei fatti. Poi uno ci può fare le riflessioni che vuole, ma i fatti sono quelli. E invece no, in questo povero Cantone è ormai in attività permanente un plotone di sedicenti giornalisti che si e ci raccontano quel che vogliono in un’opera infinita di puro indottrinamento. Non tutti i giornalisti, per fortuna, sono così, per carità. E c’è pure chi si ribella, magari protetto dall’anonimato. Perché a tanto siamo arrivati.

Su questa tela di fondo mi fa quasi ribrezzo, più che rabbia, il recente articolo scritto da Marcello Foa contro l’appiattimento (dice lui) dei giornalisti progressisti americani sulle posizioni di Obama. Ma di che cacchio parla l’uomo? Ha mai gettato un occhio sull’informazione americana? Sulla potenza dei media della Destra e dell’Ultradestra? Ma poi chi se ne frega dell’America! Guardi a casa sua. Insomma al Ticino. Guardi al suo gruppo editoriale e alle sue bocche da fuoco (dal “Corriere” a Ticinonews) totalmente prone alla Destra e al Leghismo. E questo tizio sarebbe dovuto diventare direttore generale della RSI? Nel nome, suppongo, della libertà d’informazione. Certo, come no.

(Foto: tomjac)

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!