Che cosa resta

Pubblicità

Di

20150110Scarinci

di Jacopo Scarinci

faccinaGASscarinciDa dove dobbiamo ripartire dopo questi giorni di paura, angoscia, crimini ed efferatezza? Da quello che resta: tante consapevolezze e una lezione.

La lezione è la passeggiata in una Parigi in stato d’assedio che ha fatto venerdì mattina François Hollande uscendo dall’Eliseo in direzione del Ministero degli Interni. Una passeggiata che ha raddrizzato l’immagine sinora debole del Presidente della Repubblica, che ha dato sicurezza ai suoi concittadini impauriti e scossi, che ha ricordato quella che fece Sarkozy ad Argenteuil nel 2005 in piena crisi delle banlieue, dove, protetto solo da un ombrello, ha sfidato molotov e bombe carta. L’ennesima dimostrazione, quella di Hollande, che lo Stato francese c’era, c’è e ci sarà sempre, in nome di una sorta di patto di sangue fatto col popolo, tutto.

Le consapevolezze passano dal vissuto dei protagonisti delle stragi che in questi giorni hanno terrorizzato un Paese intero. Sono tutti figli dell’integrazione fallita, delle periferie degradate, di adolescenze complicate. Di una difficoltà e di un isolamento che in persone deboli e con fantasmi interiori portano ad abbracciare ambienti come quelli jihadisti e del terrorismo. Come già detto, non c’entra niente la religione. C’entra, semmai, il fallimento conclamato della politica di accoglienza in Europa e in Francia, che non passa solo dal gestire gli sbarchi di gente disperata che fugge dalla guerra e dalla fame, ma passa dal dare un futuro a questa gente, istruirla, farla vivere decorosamente e non in paesi dormitorio come Clichy-sous-Bois, Argenteuil o Saint Denis a 20 minuti di metro dal Louvre ma in un mondo a parte.

Integrarla, in una parola.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!