Fottuti

Pubblicità

Di

Euro and Swiss franc

di Shevek

faccinaGASshevekCredevamo di avere dei problemi. La disoccupazione al 4%, che poi invece è all’8. E i frontalieri e il traffico e il dumping. Roba da incazzarsi e da litigare fra noi sulle cause e sulle soluzioni. Ma tutto sommato sembrava, il nostro, un piccolo mondo stabile. Complicato e confuso, litigioso e pasticcione, ma stabile.

Beh, ‘sticazzi, scusate.

Perché basta niente… e per “niente” si intende lo sganciamento del franco dall’euro… per mandare tutto in vacca.

Ricordate il picco della crisi? Ricordate i licenziamenti e il lavoro ridotto, sì? Ecco: torneranno. Perché il poco di benessere mantenuto negli ultimi anni era legato a quel fatidico 1,2, che garantiva alla produzione in Ticino e in Svizzera un po’ di competitività. Ebbene, stamattina il cambio era sceso fino a 0,93.

Perciò adesso ciccia. Finita. Arriveranno ancora più frontalieri attirati da salari ancora più bassi, quelli che già ci sono si beccano subito un cospicuo aumento senza far nulla, arriveranno anche i salari in euro. Agli ultimi turisti possiamo pure fare “Ciao ciao” con la manina. Il resto dell’economia… tutto il resto… a seguire. Tanto per gradire, la Borsa è andata sotto del 9,5% e sono spariti 140 miliardi (che poi dov’erano questi 140 miliardi quando bruciano?… qualcuno se lo chiede mai?).

Ma a Berna che gli frega delle regioni di confine? Quanto conta questo buco di Cantone in questo buco di Paese? È la globalizzazione, bellezza! 350 mila Ticinesi di qua, 500 milioni di Europei di là. Basta cambiare un numerino, e noi siamo asfaltati. Fottuti. Eppure qua c’è gente che pretende di “mandare dei segnali” per farsi sentire a Berna e perfino a Bruxelles. “Uuuhhh! Che pagüüüra!”, direbbe il Nano.

Ovviamente i veri problemi di questo Cantone sono le battute di Corrado Mordasini sull’avvenenza delle candidate Verdi. Son drammi davvero.

(Foto: ginasanders)

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!