La prima gallina che canta ha fatto l’uovo

Di

20150121fusbarla

di Jacopo Scarinci

faccinaGASscarinciDura la vita per chi come me ha passato infanzia e adolescenza col “Divin codino” Roberto Baggio e ora si trova Lorenzo Quadri. Dura dovrebbe essere anche la vita di chi si abbevera ogni domenica alla fonte di menzogne, insulti e devianza pseudo giornalistica varia. Invece no, perché, citando Marco Travaglio, questi ci pisciano in testa e dicono che piove.

Dura la vita, sì, ma questa volta per il movimento leghista, perché il casino, sollevato da loro stessi sull’assunzione di Claudia Burgarella prima grazie al Progetto Lavoro del Municipio di Lugano e poi come responsabile eventi del LAC, gli si sta rivoltando contro come il peggiore dei boomerang di Wile Coyote. Questo perché la loro abitudine di trattare tutti come i loro (e)lettori sembra pagare sempre meno.

Un discreto lavoro ai fianchi in Consiglio comunale e gente che, finalmente, sta uscendo da questa strana omertà in salsa ticinese stanno facendo emergere un quadro desolante per via Monte Boglia. Con questo benedetto Progetto Lavoro, per farla breve, venivano assunti pure dei frontalieri. Il Direttore del Dicastero Giovani e lavoro dei tempi aveva carta bianca per le assunzioni e, a quanto si legge, pare le facesse in modo quanto meno allegro. Lorenzo Quadri, chiamato in causa, si è prodigato in un elegantissimo scaricabarile dicendo che no, lui non c’entra niente e dubita soprattutto del fatto che quel Direttore avrebbe potuto fare tutto da solo: il suo lavoro doveva essere vagliato e approvato dal Municipio.

Domandina di ripasso: chi erano il Sindaco e il Municipale con delega a Giovani e lavoro?

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!