Ticino e Lavoro: bravi!

Pubblicità

Di

20150211redazione

della Redazione

faccinaGASufficialeNasce la piattaforma Ticino e Lavoro (ATL). Per una volta dei privati cittadini si attivano, mettono in campo le loro forze aggirando le lungaggini burocratiche per dare una risposta a costo zero ma di grande efficacia al dramma della disoccupazione. Un’azione intelligente e ben costruita per ridare speranza ed energia a chi magari non ce la fa più o anche solo per dare una possibilità in più a chi è in cerca di impiego.

Questo sito nasce da un’idea di tre amici, Fabri, Nat e Andrea, che hanno deciso di mettere a disposizione della comunità il proprio tempo e le proprie conoscenze. Ognuno di loro si caratterizza per una sua sensibilità sociale e per una visione politica trasversale. Ciò che li unisce è la comune voglia di informare i cittadini del Canton Ticino in merito agli scottanti temi collegati alla crisi economica.

L’associazione si preoccupa di:

  • promuovere le relazioni tra disoccupati e datori di lavoro,
  • unire nella ricerca di un impiego disoccupati e occupati domiciliati o residenti in Svizzera,
  • fornire strumenti con lo scopo di facilitare il reinserimento professionale dei disoccupati nel mondo del lavoro,

Ma questa piattaforma, se ci riflettete, è anche di più. Mette a confronto i disoccupati tra loro, li fa sentire meno soli e inutili, li fa sentire parte di un ingranaggio che può funzionare. Questa gente ha fatto la sua parte e adesso dovrebbe essere la politica a dare una mano. Se pochi cittadini entusiasti e senza soldi sono riusciti ad avere in poco tempo 4’000 iscritti e sono riusciti a piazzare 30 persone, cosa potrebbero fare anche con un modesto aiuto dello Stato? Stato che, giustamente, finanzia progetti esterni che comunque costano dei bei soldi. Qualche copeco non potrebbe andare anche all’ATL?

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!