Le capriole della Lega – 3. puntata

Pubblicità

Di

20150211capriolelega

della Redazione

faccinaGASufficialeMettersi a ravanare fra le incoerenze leghiste significa scoperchiare un vaso di Pandora. Noi lo facciamo sulla base di una serie di articoli de “il Caffè”.

Frontalieri vade retro! Oppure no? “Ridurre i frontalieri a 35 mila al massimo” tuonano da anni la Lega e “il Mattino”. Ma da quando sono maggioranza relativa in governo li hanno portati a 65 mila. Insomma frontalieri causa di ogni male, “che restassero a casa loro”, dicono i sedicenti “padroni in casa nostra”. Ma non è sempre stato così, anzi…

capriolelega3a“Ci sono migliaia di appartamenti sfitti e migliaia di frontalieri che fanno avanti e indietro. Chi fa la spola da più di dieci anni dovrebbe potersi stabilire in Ticino. Parliamo tanto di Europa 92 e di regione transfrontaliera: dimostriamo coi fatti di volerle.”
Giuliano Bignasca, 2 settembre 1990

E, se ai tempi i frontalieri potevano entrare solo nella fascia ticinese di confine, Bignasca nove mesi dopo rincara: abolire il raggio di frontiera, perché

“Grazie all’autostrada è possibile raggiungere partendo dalla frontiera praticamente qualsiasi paese dei Ticino”
Giuliano Bignasca, 9 giugno 1991

Qui tutte le puntate precedenti.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!