Non è mai troppo tardi

Pubblicità

Di

20150312tonda

di Renza Tonda

Finalmente il presidente del PLR si é deciso. Con un duro comunicato ha denunciato i metodi fascisti de “il Mattino” e ha invitato tutti a reagire. Un comunicato apprezzabile, circostanziato, diretto ai propri aderenti ma anche ai vertici del partito di maggioranza relativa che continua a tacere e ai ministri leghisti che non osano parlare perché abbondantemente profittatori della propaganda del loro domenicale.

Sono 25 anni che “il Mattino” spande fango su tutto e tutti: sono stati dileggiati e offesi consiglieri federali, consiglieri di Stato, funzionari, municipali, consiglieri comunali, procuratori pubblici, cittadini comuni. Purtroppo molti ne hanno sofferto ma pochi hanno reagito. Gli operai, i frontalieri, gli stranieri, gli asilanti, i diversi sono stati spesso calunniati senza poter protestare.

Parecchie anime candide, rispettabilissime, dichiarano di non leggere il giornalaccio leghista perché solo a sfogliarlo ci si sporca le mani. Giusto. Però intanto la domenica mattina i bar, gli ospedali, le case per anziani e il lunedì le scuole e gli uffici sono invasi dai fogli nero-verdi e decine di migliaia di copie entrano nelle case e la calunnia dilaga. E le nostre istituzioni, la scuola, la giustizia, il sistema parlamentare democratico, le nostre leggi, le nazioni vicine e amiche sono bersagliati da insulti e da accuse quasi sempre infondate. E la satira è spesso una scusa meschina che nasconde le vere intenzioni dei redattori.

Qualche anno or sono “Falò”, con un servizio ricco di esempi e molto circostanziato, ha cercato di denunciare i massacri compiuti soprattutto contro i funzionari e le persone indifese, con grave danno per l’immagine del Paese, ma la consapevolezza del fenomeno è ancora troppo debole.

Sapranno tutti i partiti (compresa la Lega) reagire e denunciare questo degrado, assumendosi le dovute responsabilità?

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!