Käppeli: 140 all’ora e alcol

Di

20150405mordasini

di Corrado Mordasini

faccinaGASmordasiniFabio Käppeli non è neanche un cattivo ragazzo. Glielo dicevamo io e Ducry all’ultimo aperitivo. Poi, come con Gesù, le cattive compagnie, le idee malsane… lo hanno trasfigurato. Da giovane liberale entusiasta è diventato vecchio liberista morisoliano. Oddio, a quell’età avere idee poco chiare è normale. Avere delle idee stupide anche, e Käppeli ha idee di entrambe le categorie.

Di recente il giovane liberale rampante, rompendo una tregua legata ai movimenti giovanili non scritta ma vagamente rispettata, ha attaccato i giovani Socialisti della GISO. Per le loro idee politiche? Per chiedere un confronto filosofico? No. Per Käppeli la festa dei giovani Socialisti non rispettava i giovani.

In poche parole, i giovani Socialisti la cui festa era analcolica, sarebbero i primi a non fidarsi dei coetanei perché non vogliono farli bere. Certo, per Käppeli, promotore dei 140 all’ora* in autostrada, la vita dei giovani dovrebbe probabilmente svolgersi sul filo del rasoio, un po’ alla Steve McQueen: vita spericolata lanciandosi in autostrada ubriachi. Liberismo puro.

Io invece direi che ognuno fa le feste sue e sono stracapperi suoi quello che ci beve, fuma o mangia. Io vengo forse a criticare le feste liberali a base di caviale e champagne? Con camerieri caraibici e montagne di prosciutto san Daniele? D’accordo, un po’ li invidio, ma mica possiamo tutti essere milionari. Gli aperitivi del PS vanno avanti a botte di pasta e fagioli o di cibi etnici, poveri ma onesti.

Io dico solo una cosa, a prescindere da aperitivi, alcol, fumo o quant’altro.

Quando guardo i giovani Socialisti, vedo dei ragazzi un po’ raffazzonati, diversi tra loro, sempre pieni di discussioni e problemi. Ma vedo anche ragazzi idealisti, sognatori e pieni di entusiasmo. Sono lì perché ci credono, non perché poi prenderanno in mano lo studio legale di papà.

I giovani liberali invece sono un vivaio di avvocatini, ingegnerini e architettini. Studiano da piccoli le leve del potere per potersi incastrare domani alla perfezione negli ingranaggi costruiti da mamma e papà. Quegli ingranaggi che hanno governato il Paese fino a ieri, a colpi di prebende, lobby, mandati esclusivi eccetera. Chi è davvero trasgressivo?

Lo sai, Käppeli? Mi dispiace, davvero non eri un cattivo ragazzo, ma l’ingranaggio ti ha ormai fagocitato. Io preferisco i sogni degli sgarrupati della GISO ai vostri tornei di beach volley.

Comunque pensaci: hai una vita davanti, sei sicuro di volerla buttare così?

* Ricordiamo che portare a 140 all’ora il limite di velocità vuol dire violazioni da 150-160 all’ora senza correre il rischio del ritiro della patente: bella libertà del piffero.

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!