La vita secondo Ale

Pubblicità

Di

20150404bernasconi1

di Carol Bernasconi

faccinaGASbernasconiOre 6.45: suona la sveglia. Mi giro nel letto, assaporando quei pochi minuti di calma che mi restano… quando dal piano di sotto mi arriva la sua voce: “Mammaaa! È giorno?”. Bofonchio un “Sì, amore” e subito lui ribatte: “Uella! Sei in forma, vedo! Di solito al mattino mi rispondi con un verso!”. Ecco, lui è Alessio, 5 anni portati splendidamente e vissuti alla grande. Lui è il mio antidoto contro la noia e la vecchiaia.

Alessio affronta la vita con un entusiasmo che ti stende, con un umorismo contagioso e con una sincerità a tratti imbarazzante. Come quella volta in cui, parlando con suo fratello adolescente, dice: “Simone, ti stanno crescendo i baffi”. E poi, girandosi verso di me: “Anche a te, mamma!”. Un altro giorno, dopo che ho alzato la voce con lui, mi guarda e con calma mi risponde: “Mamma, ma tu sei della mia specie? Perché mi sembri una segugio della natura, un carnivoro. Un T-rex, insomma”. Niente sfugge alle sue antenne radar o alle sue orecchie.

Talvolta emerge il suo lato filosofo. Tornando a piedi da una passeggiata insieme, vedo che imbocca una strada diversa dalla mia. Mi fermo, lo chiamo. Lui si gira, viene verso di me pensieroso e mi lascia senza parole dichiarando: “Scusa, mamma, stavo seguendo me stesso”.

La noia non esiste in casa nostra, le risate sono assicurate… e non solo in casa. Una mattina all’asilo arriva un’animatrice del WWF. Durante l’attività chiede ai bambini: “Chi di voi ha già visto le zampe di un’anatra o di un’oca?”. Alessio prontamente alza la mano: “Io l’ho mangiata!”.

Alessio è così: buffo, divertente, irriverente. Ma la sera, quando nel lettone, poco prima di addormentarsi, si alza in piedi gridando “Un applauso a questa mamma carina!”, lo guardo e penso che, se non esistesse, bisognerebbe inventarlo.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!