Lettera alla Gioventù Socialista

Pubblicità

Di

20150420mordasini

di Corrado Mordasini

faccinaGASmordasiniCare ragazze e cari ragazzi,

eccovi alla vostra prima sconfitta. Mica facile.

Ma ci si fa l’abitudine. Io ho quasi 50 anni, da 30 voto socialista e conto sulle dita di una mano le vittorie. È un po’ come essere interisti (e non me ne vogliano eventuali tifosi): la fede è la fede e anche se perdi vai avanti e speri nel prossimo derby.

In fondo noi della Sinistra la sconfitta ce l’abbiamo nel DNA. Perché vincere è troppo facile e a noi non piacciono le cose facili. No, mai piaciute.

Se ci sono due strade, scegliamo sempre e invariabilmente quella più fetente. Ma, soprattutto, scegliamo quella delle nostre idee. Senza compromessi, senza cedimenti. E, se la gente non ci segue, non ci imbastardiamo annacquando il vino per fregarla.

Noi crediamo in una società migliore. Crediamo di poter guardare negli occhi il compagno africano, pensiamo di poter tenere per mano il compagno con le pezze al culo. Pensiamo di abbracciare la ragazza sola con due figli da allevare. Se per guadagnare voti dobbiamo rinnegare questa umanità, diciamo: “No, grazie, non fa per me”.

Ci alziamo tutte le mattine guardando nello specchio quella faccia che conosciamo bene e le diciamo che in fondo non è male. Non è perfetta: ha dubbi, rughe, brufoli. Ma è la nostra faccia e ne andiamo fieri.

Questo, ragazzi e ragazze, vi servirà anche nella vita. Lo dico perché per me è stato così. L’orgoglio di essere combattenti, non gregari. Non pecore. Lupi liberi. Cacciati, perseguitati, ma liberi di correre per le montagne col fiato corto e il branco accanto. Il nostro branco di bianchi, neri, grigi. Il nostro branco con lo zoppo e l’orbo, il piccolo e la vecchia. Il nostro branco di perdenti, il nostro branco di loser.

Ecco, la fierezza di essere perdente rende forti. A vincere sono buoni tutti. Per perdere ci vogliono le palle (e stavolta mi scusino le donne).

Nei giovani Socialisti ho visto persone in gamba. Sguardi vivaci, cervelli lucidi, sorrisi disarmanti e anime eteree. Ho visto forza, ho visto rabbia, ho visto una gran voglia di fare.

Allora fateci vedere, ragazzi e ragazze, di che pasta siete fatti. Insegnate a noi vecchi come ci si rialza. Sollevatevi da terra, pesti ma col sorriso. Spolveratevi le ginocchia dalla terra e ricominciate.

Lo dovrete fare tante altre volte, ma costruirete un callo duro e pesante, da usare contro i vostri nemici.

Hasta siempre.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!