Lo scomodo amico di Gobbi dietro le sbarre

Pubblicità

Di

20150416mordasini

di Corrado Mordasini

faccinaGASmordasiniAppropriazione indebita, truffa, amministrazione infedele, bancarotta fraudolenta e frode nel pignoramento, diminuzione dell’attivo in danno dei creditori, cattiva gestione e infine falsità in documenti e in certificati: queste le accuse – mica robette da niente – nei confronti di tale Raffaello Molina, finito dietro le sbarre in gennaio. Detto in parole povere, Molina si era fregato i soldi destinati agli artigiani, poveri merli, che non hanno visto un copeco.

Lo apprendiamo dal “Corriere del Ticino”, che però omette un’informazione di non poco conto: Molina sarebbe un grande amico di Norman Gobbi. Inutile che cerchiate: su internet è stato cancellato tutto (ed è molto strano). Però noi, che abbiamo le mani lunghe, siamo riusciti a recuperare un’amorevole immagine in cui Norman si appoggia mollemente all’amico Raffaello.

Ovviamente il buon Norman nulla ha a che vedere con la frode “buco tappa buco” del suo amico. Un amico per la pelle, però. Pare infatti che a suo tempo il Norman sia pure stato invitato alla festa di matrimonio (in Italia, uella!) del Molina. C’è addirittura chi vocifera di presunti finanziamenti del Molina a Gobbi per la campagna elettorale di quattro anni fa. Insomma, una frequentazione proprio imbarazzante.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!