Lunga vita ai pazzi idealisti

Pubblicità

Di

20150428santerredi Santerre

Dicono che ammettere di avere un problema sia il primo passo per risolverlo, quindi veniamo al mio: ho un debole per il PC, inteso ovviamente come Partito Comunista.

C’è qualcosa in loro che mi affascina in maniera più che cerebrale. C’è qualcosa in loro che, sebbene non li abbia votati, mi ha completamente conquistato: li guardi e ti sembra di essere nel 1917 a Pietrogrado. Per me, notorio nostalgico di epoche mai vissute, è già abbastanza. Nelle interviste video di Massimiliano Ay, soprattutto quelle invernali dove sfoggia berretto, sciarpa e cappotto da “compagno funzionario”, io ritrovo la passione e l’idealismo che, sovrastato da una patina di cinismo dovuta un po’ alla vita un po’ al poco sbatti, fatico ad avere. Guardo Ay e dico tra me e me: “Cazzo, sì, questo se lo metti davanti al Palazzo d’Inverno non stona mica”. Non è poco.

Ai loro commenti su Facebook, ad esempio, c’è solo da applaudire. L’arte retorica, degna di ogni buon comunista, è loro: punto e stop. Riescono a rigirare frittate, bombardare di informazioni e analisi, mischiare carte, tramortire con teorie a volte giuste a volte sbagliate. E il lettore, anche quando non condivide, ne resta quanto meno colpito.

Cos’è il comunismo nel 2015? Una favola, un qualcosa di lontano, un sogno non concretizzato, una teoria economica e sociale? Un po’ di tutto questo. Ma soprattutto, da noi, è questi ragazzotti con i quali spesso non sono d’accordo, anzi quasi mai, ma che mi affascinano, mi colpiscono sempre. Se proprio il PS doveva perdere un seggio in Gran Consiglio, sia benvenuto il +1 di questi pazzi idealisti così seri e convinti da farmi pensare che forse, in questo mondo che gira sempre più veloce, il libro dei sogni e delle favole non è poi così chiuso.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!