Non capisco

Pubblicità

Di

20150331tonda

di Renza Tonda

Sarà che non ho studiato molto. Sarà che sono un po’ ingenua. Ma certe cose proprio non le capisco.

Primo esempio. Come fa il direttore di un giornale a decidere gli spazi per informare e commentare le condanne? Cinque colonne e grande risalto per il direttore di “Confronti” per una condanna a 15 aliquote, breve descrizione e due colonnine per Boris Bignasca condannato a 40 aliquote per diffamazione e ingiuria. Vuol dire che se ricevo una condanna a 80 aliquote mi merito una misera colonnina? E per avere la prima pagina cosa devo fare? Essere condannato a 5 aliquote?

Secondo esempio. Chi mi spiega come mai nessuno è intervenuto a bloccare Vittorio Sgarbi mentre insultava e denigrava a destra e sinistra come suo solito? Eppure aveva le autorità sedute accanto a lui!

Terzo esempio. ManiFesta dei Verdi, con il PC di Max Ay e la Destra di UDC e Morisoli: commento laconico con foto per circa 150 persone. Circa 1’000 persone al pranzo della Lega: titoli e foto da gran successo. Circa 1’000 persone tra pomeriggio e serata alla Festa per la giustizia sociale e contro la xenofobia organizzata dal PS di Lugano… e relativo articolo de “il Mattino” per indicare il flop della manifestazione. Ma come? Lo stesso numero è giudicato da una parte un gran successo e dall’altra un flop? Qualcuno può darmi qualche spiegazione? E pensare che la festa di Pregassona del PS era organizzata sotto l’egida della settimana contro il razzismo, coordinata da un ufficio del ministro Norman Gobbi.

Misteri della politica e del giornalismo!

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!