Partito di merda!

Pubblicità

Di

20150417veraconforti

di Pepita Vera Conforti

faccinaGASveraconfortiQuante volte nei social ci siamo sentiti insultare in questo modo, senza ragioni, senza spiegazioni, senza argomenti. Un modo per liquidare in un sol colpo quello che ognuno di noi sente nel profondo come la propria essenza dell’essere socialista. Un mantra che gli avversari usano, pensando che, se lo urlano abbastanza forte e abbastanza spesso, diventerà verità assoluta.

Il senso di ingiustizia e la ferita che provocano sono forti, tanto da farmi domandare come cavolo si siano fatti un’idea simile e immagino pure che molti di loro, tutto sommato, abbiano pure tratto dei vantaggi dalla politica di sinistra… Se fossero stati in totale balìa del “meno Stato” di stampo destrorso, non avrebbero mai ottenuto alcuna protezione sociale e sanitaria e una scuola che tutto sommato funziona. Con il populismo in apparenza muscoloso di altri partiti si troverebbero in uno Stato dell’odio perpetuo, un po’ fascista.

Mi assalgono i dubbi. Mi vengono in mente i compagni che non sopporto, quelli un po’ opportunisti (in tutte le grandi famiglie succede) e gli errori fatti. Mi chiedo: “Ma io perché sono socialista?”.

Forse ho risposte meno lapidarie, talvolta dubbiose ma che non si fermano al sentito dire. Il PS è il partito che ha combattuto contro l’iniziativa Schwarzenbach (l’evento della mia coscienza politica), per l’AVS, per l’assicurazione maternità, per gli assegni familiari, per i contratti collettivi, per le condizioni di lavoro dignitose. È il partito che ancora di recente ha raccolto le firme contro i tagli lineari dei sussidi di cassa malati e che ha vinto da solo la votazione per una sanità pubblica di qualità per tutti, per… contro…

Poi vedo i volti delle migliaia di compagne e compagni che quotidianamente si mettono a disposizione per prendersi cura di chi è diseredato e per promuovere le piccole azioni di solidarietà con le persone e il territorio nei Comuni ma anche all’estero, senza aspettarsi in cambio l’appalto o il mandato per questo o quell’altro. Mi viene in mente chi ha pagato per il proprio impegno politico in controtendenza, come Tita Carloni. Una folla di volti, di sorrisi, di belle persone, di gentilezza umana. A volte condivisa anche con persone di altri schieramenti. A volte… ma in questi anni sempre meno. Questo mi rappacifica con gli errori umani e di valutazione politica che anche il mio partito a volte ha fatto e fa.

Allora mi rincuoro: non siamo un partito di merda, siamo il partito che toglie dalla merda.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!