Calcio o cessi pubblici?

Pubblicità

Di

20150527redazione

della Redazione

faccinaGASufficialeSvirgolando qua e la sul web si trovano cose molto interessanti. A volte vengono anche da fonti inaspettate. Ciò non toglie che si possano condividere. È il caso di un articolo di Armando Boneff, ex deputato in Gran Consiglio dimessosi di recente e disegnatore satirico.

“VERGOGNOSE INCONGRUENZE A LUGANO – Leggo che l’On.Michele Bertini, municipale a Lugano, chiederà al Consiglio comunale di regalare mezzo milione di franchi al FC Lugano, dopo che ieri è stato promosso in Super League. Tutti vanno di corpo, ma non tutti s’interessano di calcio… Questo mi fa intuire che qualcuno non capirà perché si chiudono i gabinetti pubblici per risparmiare e, contemporaneamente, si regala mezzo milione ad un club calcistico privato. A proposito di austerità, sempre in onore della stessa squadra ieri sono stati sperperati altri soldi per un maxi schermo in piazza. Le povere vecchiette con le povere famiglie che non arrivano a fine mese, che si lamentavano per l’investimento a Expo 2015, saranno felici che i soldi a loro destinati siano andati invece allo spettacolo calcistico, che a differenza del credito negato alla manifestazione mondiale, è una spesa secca perchè non procurerà alcun beneficio alla Città? Anche a me sembrano incongruenze già da da precampagna elettorale per le comunali dell’anno prossimo. (…)”

Boneff prosegue in un post successivo:

“Anche ora che ho letto la destinazione del mezzo milione votato dal CC, confermo il mio discorso di principio. Quella praticata dalle nostre autorità comunali è una politica delle emozioni e nulla più. La promozione dell FCL era prevedibile e, a prescindere, occorreva pianificare gli investimenti per gli impianti partendo da una “politica dello sport” a più ampio raggio. I soldi pubblici dovrebbero andare dove si ottiene un maggior impegno a favore della collettività. Lo sport inteso come mezzo per intrattenere e formare una gioventù sana ed equilibrata, non per alimentare l’ego di chichessia in avventure pseudo-sportive in ambienti popolati da mercenari senza scrupoli. Lo so che ciò che dico non è pagante elettoralmente parlando. Eppure chi rimprovera alla vecchia amministrazione politica di aver indebitato la Città, non può agire allo stesso modo. Sono d’accordo anche che “non è utile solo ciò che entra nello stomaco” ma anche il cuore vuole la sua parte. Con equilibrio e trasparenza però e soprattutto senza ingannare i cittadini.”

Che dire più che siamo d’acordo con Boneff? E tutte le altre società sportive? E il tavolino magico di Fra Martino? E tante realtà che abbisognano di soldi come dell’aria?

Come si diceva già? Panem et circenses! Pane e divertimento tengono buono il popolo, alla faccia dei risparmi.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!