I modelli della BNS, i modelli del Ticino

Pubblicità

Di

banca nazionaledi Santerre

Che tra i potenti e il popolo ci sia sempre stato scollamento è banale dirlo sin dai tempi degli Assiri. Che però i potenti abbiano una concezione della realtà totalmente diversa da quella del normale cittadino no, non viene mai detto abbastanza.

Prendiamo la situazione venuta a crearsi dopo che la BNS ha abolito la soglia minima franco/euro. Ieri sulla stampa romanda e sulla “Berner Zeitung” è apparsa un’intervista a Fritz Zurbrügg, membro della Direzione dell’istituto, il quale ha candidamente affermato che crede nell’indebolimento del franco. E su cosa si basa? Su dei fantomatici modelli in possesso della Banca Nazionale Svizzera che affermano la stessa cosa da ormai quattro mesi, ovvero che il franco è iper valutato.

Bene, grazie. Io non sono un economista, e non ho la minima idea di cosa siano i modelli presi in considerazione per queste analisi. So però quali sono i miei modelli di umile normale cittadino, e sono il centro di Chiasso con fallimenti a catena, il crollo dell’export e l’aumento delle importazioni, le colonne di macchine svizzere direzione Italia ogni sabato e domenica, licenziamenti a catena, abbassamenti di stipendi, ricatti in più e più aziende.

Caro Zurbrügg, non ho elementi né conoscenze per dire se la BNS abbia preso la scelta giusta, se abbassare la soglia sarebbe stato meglio che annullarla perché, oggettivamente, delle vostre stramberie da economisti non ci capisco nulla. Ma se volesse mai vedere di persona questi nostri modelli, scenda in Ticino. E non per il solito weekend ad Ascona.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!