La logica di Alessio

Pubblicità

Di

20150404bernasconi1di Carol Bernasconi

faccinaGASbernasconiA volte mi chiedo cosa passi per la testa di mio figlio, quali siano i suoi pensieri, che percorso si nasconda quando trasforma in parole le sue teorie. Perché una logica c’è… Strana, contorta e divertente, ma pur sempre convincente, tanto che alla fine non trovi niente da ridire e vieni contagiato dall’Alessio-pensiero. “Mamma, giochiamo a quel gioco dove devi capire a cosa assomigliano le nuvole?” “Ok, quella a cosa assomiglia?” Risposta: “A una nuvola.” Più logico di così…

Secondo lui, per esempio, le galline fanno le uova di pulcino, mentre i conigli fanno le uova di Pasqua. E non provate a fargli cambiare idea!

Anche nei litigi con suo fratello cerca sempre di uscirne con la ragione dalla sua parte… Oppure con il minore dei mali. Un giorno in auto Alessio stava litigando con suo fratello. A un certo punto non ne ho potuto più e ho sbottato: “Basta! Uno dei due è un bugiardo, mentre l’altro è una sega!” Alessio non c’ha pensato due volte, ha alzato velocissimo la mano e ha detto: “Io faccio la sega!” Per lui il minore dei mali.

Tornando a casa dall’asilo e notando che miracolosamente i suoi vestiti erano ancora puliti, l’ho mandato in camera a cambiarsi. Dopo un po’ è tornato in salotto vestito con le mutande sopra i pantaloni. L’ho guardato e gli ho chiesto: “Ma ti sembra il modo di andare in giro?” Lui senza scomporsi ha replicato: “Se lo fa Superman, lo posso fare anch’io!” Impossibile ribattere, io almeno non ci sono riuscita. Come quell’altra volta dove si è travestito da sceriffo e girava per casa fiero del suo cappello, della sua stella e del suo fucile. Allora gli ho detto: “Ma come sei bello! Mi vuoi sposare?” Lui si è fermato, mi ha guardata serio e ha risposto: “Ma per favore! Sono un tutore della legge io… E anche tuo figlio”.

Ma il momento più divertente (e imbarazzante) lo abbiamo vissuto un pomeriggio durante l’evento “Giochi senza barriere”. Si giocava una partita di basket in sedia a rotelle tra il Gruppo Paraplegici Ticino e il Panathlon All Star Team, i cui celebri sportivi sono stati confrontati per la prima volta con una carrozzella per disabili. Alessio gioca a basket (ma per questo ci vuole un capitolo a parte), perciò gli avevo proposto di andare a vedere questa partita. Alla fine del terzo tempo ho visto la sua espressione cambiare e la faccia farsi scura. Poi d’un tratto si è alzato in piedi gridando: “Mamma! Una squadra ha imbrogliato, sanno camminare!” Prima di potergli spiegare come stavano le cose, ho dovuto aspettare di smettere di ridere.

Perché questo è il segreto della logica di Alessio: le risate assicurate.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!