Mucchio selvaggio

Pubblicità

Di

20150519GiuseppeZdi Giuseppe Z.

Nel 2010 “Ticinolibero” ci spiega che il “Corriere del Ticino” cerca di azzoppare Incontro Democratico, poiché sembra faccia paura ai poteri borghesi. Ci fanno notare, tra le altre cose, che Incontro Democratico apre la strada al maggioritario. I Socialisti aderenti al comitato fondatore sono, fra gli altri: Bertoli, Kandemir Bordoli, Ghisletta, Orelli Vassere, Agustoni, Garobbio.

L’apertura a un grande Centrosinistra era un’idea che ebbe poco tempo prima Franco Cavalli, e venne esposta su alcuni media. La dirigenza l’aveva presa e attuata, spostando politicamente l’intero partito su quella decisione. Nel comitato fondatore non troviamo però proprio la corrente di Cavalli, il quale va su tutte le furie e crea Prospettive Socialiste come corrente alternativa con Carobbio e Biscossa, candida per il governo il moderato Branda e perde.

Effettivamente Incontro Democratico era un progetto pesante: impegnava in un colpo solo l’intera dirigenza del PS con i transfughi dell’ormai PLD, Partito Liberale di Destra. La loro linea politica era chiarissima: Jacques Ducry e Dick Marty padrini di quello spostamento Radicale verso Sinistra, con presente Barenco. Con l’abbattimento di Pini e Sadis fra i Liberali il fatto è compiuto, e i Radicali non hanno più rappresentanza politica oltre a Incontro Democratico.

Nel 2011 Carobbio stravince le elezioni, ma il PS le perde e Ghisletta non viene eletto in Consiglio nazionale. Quindi, allo stato attuale delle cose, in Consiglio di Stato c’è Incontro Democratico, in Consiglio nazionale c’è Prospettive Socialiste. Alle elezioni cantonali del 2015 i primi due eletti e il quinto sono di Incontro Democratico, il terzo è di Prospettive Socialiste. Ma gli equilibri in realtà sono cambiati e forse quest’affermazione va sfumata.

Il PS è come un Giano Bifronte: le due correnti sono le sue facce mentre il corpo è la base, che accetta questa situazione. In realtà l’unico progetto possibile per questa Sinistra di oggi è riconoscere la volontà della base di avere questa differenza di facciata nei poteri forti del partito. La base vuole le correnti, e vuole che stiano assieme.

Probabilmente vorrebbe addirittura una terza corrente, considerando la marea di voti ricevuti dai Socialisti da parte di Greta Gysin nel 2011, e avere così un Cerbero con tre teste (le tre correnti) sostenuto da un corpo forte e mobile (la base). O forse un’idra, se mettiamo dentro pure i Comunisti, che tanto hanno insultato i Socialisti negli anni, ma in fondo a livello comunale lavorano assieme abbastanza bene.

È questo un progetto politico? Dal punto di vista dei contenuti chiaramente no, anzi, è una porcheria. Ma il problema oggi per la Sinistra in Ticino non sono i contenuti: il problema è che ci sono nove parlamentari ticinesi di Destra a Berna e di Sinistra abbiamo una parlamentare sola. La Sinistra deve fare vascelli aerospaziali per abbattere la maggioranza borghese, e il progetto politico lo si costruirà a partire dalle vittorie elettorali, di sicuro non dalle sconfitte. Quindi dentro tutti: Carobbio, Ghisletta, Gysin, Ay, Ducry. Facciamo una lista unica, à la guerre comme à la guerre! La Destra vuole il maggioritario? Noi le diamo il maggioritario, e vinciamo noi la scommessa.

Un sogno lontano in questo cantone ancora compassato su sistemi partitici ormai elettoralmente perdenti?

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!