Democrazia in fiamme

Pubblicità

Di

20150611scarinci

di Jacopo Scarinci

faccinaGASscarinciI fatti: ad Aspropyrgos, nei sobborghi di Atene, da cinque giorni divampa un incendio scoppiato dentro un impianto pieno di materiali per il riciclaggio. Ne sono andate in fumo già 30 mila tonnellate, l’aria è irrespirabile e c’è il timore che le fiamme possano propagarsi alle abitazioni civili.

“E i pompieri?”, direte. Non è così facile, perché dopo i fatti viene la realtà.

La realtà è che l’intervento per domare le fiamme costerebbe 200 mila euro, cifra della quale il corpo dei pompieri non dispone. Il Dipartimento della sanità non ha potuto far altro che chiudere le scuole della zona e scrivere un’ordinanza che vieta ai bambini, agli over 65 e ai cardiopatici di uscire di casa. Sperando, va da sé, che l’incendio si esaurisca da solo.

Sono questi i risultati dell’austerità europea voluta dai geni che albergano con stipendi a sei zeri tra Bruxelles, Francoforte e Fondo Monetario Internazionale: la Grecia non ha più i soldi nemmeno per spegnere un incendio di grandi dimensioni. Qui non si vuole menare il can per l’aia riprendendo dibattiti sull’Europa talmente vecchi che hanno stufato, si vuol solo descrivere una situazione, raccontare una storia.

La storia di chi la politica e la democrazia le ha inventate e ora sta finendo strangolato dalla loro degenerazione. La storia di chi è passato da Socrate e Platone, Aristotele e Pitagora e adesso è vittima dei suoi passati errori e delle sue passate truffe, certo, ma anche di notabili e burocrati che il buon senso non sanno neanche dove stia di casa.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!