Perché ci chiamano pazienti

Pubblicità

Di

20150531mordasini2

di Corrado Mordasini

faccinaGASmordasiniGrazie, Miriam.

Miriam è una mia amica è mi ha dato un’idea geniale per velocizzare il sistema sanitario e diminuire i costi della salute. Una sorta di uovo di Colombo medico.

Dunque, il concetto è questo… Andate dal dottore. Se vi va di culo, come capita a me col mio, aspettate 5-10 minuti. Se no, siete dall’iperspecialista megaluminare, fate anticamera per tre quarti d’ora. Il che vi fa capire immediatamente perché quelli dei medici sono pazienti e non clienti, come per gli avvocati o gli architetti. La cosa comunque vi scoccia assai e vi chiedete: “Se mi dai appuntamento alle 3, perché devo aspettare fino alle 4? Tu mi fai pagare una tua ora millanta franchi, e la mia ora non vale un cacchio? Cioè io non lavoro? Posso perdere un’ora per i tuoi porci comodi da professorone oftalmologo-proctologo-otorinolaringoiatra? A me chi me li ridà i soldi che perdo per aspettare te?”. Che poi provate ad arrivare in ritardo o a non andare del tutto: zac, scatta la penale.

Ed è qui che scatta l’idea: facciamo così anche noi, ma tutti. Aspettiamo un quarto d’ora? 15 franchi di penale sull’onorario del medico. Mezz’ora? 30 franchi. Scommettiamo che le attese si accorciano in un boff? E allora becchiamo due piccioni con una fava: diminuiamo i costi della salute e anche i tempi d’attesa.

Non è un’idea geniale?

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!