Perché sono bianco

Pubblicità

Di

20150624scarinci1

di Jacopo Scarinci

faccinaGASscarinciLunedì pomeriggio, a Chiasso, ero sull’EC diretto a Lucerna che avete visto ripreso da “Il Quotidiano” di quella sera, fermo con a fianco Marco Romano e compagnia cantante del Consiglio nazionale.

Appena si sono aperte le porte del treno, sono entrate le guardie di confine che, velocemente ed educatamente, hanno fatto scendere un ragazzo di colore senza documenti. Ho visto per un paio di secondi i suoi occhi, nei quali non c’erano paura né angoscia: c’era solo silenziosa rassegnazione. Ho guardato fuori dal vetro verso la banchina della dogana: c’era una decina di migranti seduti sul marciapiede. Il clima sembrava sereno. Era però la serenità di chi ha perso, di chi non ha più speranza, di chi si è rassegnato, a sopravvivere e non più a vivere.

Quando le guardie di confine sono risalite a fare altri controlli, non so se per la mia faccia da bravo ragazzo, per il fatto che stessi leggendo un giornale ticinese preso a Milano e spalancato sulla vittoria di Federer ad Halle o per quale altro motivo, né io né la mia tracolla siamo stati neanche lontanamente sfiorati dal loro sguardo. O forse perché nella fila accanto alla mia c’erano quattro turisti asiatici. Parrebbe funzionare così, anche se, ribadisco, le guardie di confine sono sempre state gentili e corrette. Le regole d’altronde non le decidono loro, nemmeno quelle non scritte.

A Lugano c’era la mia ragazza ad aspettarmi. Dopo avermi abbracciato, mi ha chiesto come fosse andato il viaggio. L’unica risposta che mi è uscita di bocca è stata: “Bene… Perché sono bianco”.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!