Tra allodole e serpenti

Pubblicità

Di

20150707ipazia

di Ipazia

Il fine dicitore, nero proprietario di un fu-partito verde, si autocandida sempre e dappertutto. Adesso si mette in corsa per gli Stati. E in sordina, così di transenna quasi per caso, anche per il Nazionale.

“Voglio essere il rappresentante di area al Consiglio degli Stati, io solo!”, proclama rivolto ai Socialisti. Che s’interrogano: “Ohibò! Ma di quale area, se questo va sempre a braccetto con Blocher?”.

Il bello è che quello del fine dicitore è semplicemente uno stratagemma, uno specchietto per allodole: sa benissimo che la sua candidatura agli Stati prenderebbe piò o meno i voti di Germano Mattei, perché da Sinistra non lo voterebbe nessuno e nei furono-Verdi sì e no la metà. Dai suoi amici leghisti poi, come visto ad aprile, c’è poco da attendersi, specie ora che con Ghiggia ritentano il colpo che andò a segno con Morniroli.

La realtà è semplice: questo incantatore di serpenti alla Camera alta non ci pensa nemmeno lontanamente. Punta invece silenziosamente al Nazionale. Senza dirlo, però, e distogliendo l’attenzione spostandola verso gli Stati.

Saranno così stupidi i Socialisti da far entrare un nero alla Camera bassa? Non è meglio andar soli che male accompagnati?

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!