Antonino l’ha fatta fuori dal vasino

Pubblicità

Di

20150824shevek

di Shevek

faccinaGASshevekSecondo una vecchia battuta diffusa fra i fisici, Carlo Rubbia è diventato insopportabile perché ha vinto il Nobel e Antonino Zichichi perché non lo ha vinto. Lo scienziato siculo ormai ci ha abituati a sproloqui su tutto e di più: dalla teologia al clima. Di solito sparando fesserie a ruota libera. Per esempio, secondo lui Einstein era credente in Dio. Scempiaggine clamorosa: Einstein era un panteista spinoziano. Per non dire del clima: Zichichi è un convinto negazionista dell’origine antropica del riscaldamento globale. Stavolta Antonino ci prova perfino con l’epidemiologia e…

…e naturalmente lo piglia sul serio solo chi ha interesse a farlo. Leggiamo infatti una notizia sul mattinonline (no, niente link, perché noi non regaliamo traffico a quella gente lì) con la ripresa di un’affermazione del fisico siciliano:

“Il movimento dei popoli produce un fatto senza precedenti, ovvero la distribuzione delle malattie che diventano molto più pericolose in seguito a questo grande scambio di persone. Il nostro scopo è combattere le malattie alla radice. Si tratta di malattie infettive drammatiche, un pericolo per l’intera umanità. Il primo progetto Manhattan è la dimostrazione che se c’è la volontà delle comunità politiche tutto è possibile”.

In via Monte Boglia potevano lasciarsi sfuggire un’occasione tanto gustosa? E con cosa la condiscono? Con una dichiarazione di tenore simile rilasciata da… un astrofisico.

Ora, la scienza è un’attività seria. Un’attività specializzata, soprattutto. Appartenere alla categoria “Scienziati” non permette a chiunque di dire boiata random su tutto lo scibile umano. Vogliamo parlare di epidemie? Ci rivolgiamo a un epidemiologo. Zichichi lo consultiamo quando si discute di fisica delle particelle.

Ma forse in via Monte Boglia sono abituati a chiamare il falegname quando gli si rompe lo sciacquone del cesso.

20150824shevek2

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!